Si tratta di vitamine di cui l'organismo non può fare a meno e la nostra nutrizionista ci svela come berle nel modo corretto

Il momento in cui si assumono le vitamine a volte può determinarne l’efficacia. Alcune vitamine vengono assorbite meglio se assunte al mattino con acqua, mentre altre vengono assorbite o funzionano meglio se assunte con il cibo o prima di andare a letto. Per eliminare la confusione, abbiamo chiesto alla nutrizionista Joanna Gevich.














Potresti non aver sentito parlare di questa straordinaria bacca, ma è un alimento molto potente: gli scienziati dicono che aiuta a perdere peso e riduce il rischio di diabete.














Sette motivi per cui la tua vagina prude (probabilmente non hai mai sentito parlare del sesto)

– La maggior parte delle vitamine sono divise in due categorie: idrosolubili – vitamine del gruppo B, vitamine C e liposolubili – D, E, K, A.

Le vitamine idrosolubili vengono assorbite meglio e sono più efficaci se assunte a stomaco vuoto con acqua. Per quanto riguarda le vitamine liposolubili, è meglio assumerle con il cibo perché l'organismo le assorbe meglio.

Mentre, ad esempio, i multivitaminici (un complesso di vitamine, come suggerisce il nome) contengono sia vitamine liposolubili che idrosolubili. Quando prendi multivitaminici, fallo con il cibo e bevi molta acqua per consentire un assorbimento ottimale nel corpo, consiglia Joanna.

Senza vitamine il corpo non può:

Vitamine del gruppo B

Le vitamine del gruppo B comprendono una serie di vitamine dalla B1 alla B12. Le vitamine del gruppo B sono essenziali per il funzionamento ottimale di molti processi nel corpo. Aiutano a produrre globuli rossi sani e ottengono energia dal cibo che mangi.

Quando dovresti prendere la vitamina B? – Le vitamine del complesso B sono solubili in acqua, nel senso che si dissolvono in acqua e vengono facilmente escrete dai reni. Si assorbono facilmente con acqua a stomaco vuoto.

Fonti naturali: Legumi, cereali, verdure verdi, latticini, uova

Vitamina C

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile. La vitamina C è essenziale per riparare i tessuti, la pelle e le ossa. La vitamina C aiuta anche il corpo ad assorbire il ferro. Inoltre, il consumo di vitamina C può aiutare il corpo a guarire le ferite in modo più efficace.

Alcune ricerche suggeriscono un legame tra vitamina C e umore e gli antiossidanti contenuti nella vitamina C possono ridurre e prevenire ulteriore ansia.

Fonti naturali: Frutti del sud (agrumi), amarene, ribes nero, verdure in foglia, cavoli, patate, peperoni e verdure verdi…

Vitamina D

La vitamina D è affettuosamente conosciuta come la vitamina “del sole” perché il sole è la principale fonte di vitamina D, essenziale per molte funzioni corporee.

Le persone che vivono in aree con meno luce solare spesso necessitano di un integratore di vitamina D.

Quando dovresti assumere la vitamina D? – Poiché la vitamina D è liposolubile, si ritiene generalmente che assumerla con il cibo ne favorisca un migliore assorbimento.

Oltre alla luce solare, altre fonti di vitamina D includono: Pesce, funghi, uova, formaggio.

Vitamina A

La vitamina A è una delle vitamine e dei micronutrienti che non possono essere prodotti dall’organismo. Ciò significa che deve essere ottenuto attraverso alimenti o integratori.

La vitamina A è essenziale per molti processi del corpo, compreso il mantenimento della salute della pelle, degli occhi e del rivestimento intestinale.

Essendo una vitamina liposolubile, è meglio assumere la vitamina A con il cibo, specialmente con quelli che contengono alcuni grassi sani.

Fonti naturali di vitamina A: Salmone, salmone, fegato, tonno, patata dolce, cioè patata dolce, spinaci, carota, melone, peperone, soprattutto peperoncino, zucca, spinaci, mango, albicocca…

Vitamina E

La vitamina E è un antiossidante che aiuta a proteggere le membrane cellulari del corpo.

Si consiglia la vitamina E con un bicchiere d'acqua, preferibilmente durante il cibo, poiché si dissolve anche nei grassi.

Fonti alimentari di vitamina E: Frutta a guscio, oli vegetali, verdure a foglia verde, avocado, semi, spinaci…

Vitamina K

La vitamina K si riferisce a una famiglia di composti liposolubili che include la vitamina K1 (fillochinone) e la vitamina K2 (menachinoni).

La vitamina K è necessaria per la coagulazione del sangue, la salute delle ossa e del cuore e altro ancora.

Gli integratori di vitamina K possono essere assunti in qualsiasi momento durante un pasto o uno spuntino contenente grassi.

Se possibile, assumi la vitamina K separatamente dalle vitamine liposolubili E e A. D’altra parte, assumere insieme le vitamine D e K è utile perché questi nutrienti lavorano in sinergia per promuovere la salute delle ossa e livelli sani di calcio nel corpo.

Fonti naturali di vitamina K: Cavoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, spinaci, ortica, erba medica indiana (erba medica), pomodori, piselli, soia, carote, patate, fegato, oli vegetali, olio di pesce, latte, formaggio, tuorli d'uovo, alghe. Si trova anche nel latte vaccino, nei tuorli d'uovo e nei cereali.

– Quando parliamo di vitamine e minerali, non dobbiamo dimenticare che la dieta complessiva gioca un ruolo nel corretto funzionamento del corpo. Vitamine e minerali possono sostenersi a vicenda, ma possono interferire in una certa misura con l'assorbimento reciproco. Quindi è importante consultare un professionista prima di assumere integratori, sottolinea Joanna.

Scopri tutto sulle novità e gli eventi più importanti, unisciti alla nostra community Viber e WhatsApp, iscriviti alla newsletter o leggi su Google News.

READ  Un nuovo brevetto Microsoft consente ai giocatori di controllare individualmente ciascun pixel sullo schermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *