Una macchina per litografia Canon a basso costo porterà la concorrenza tanto attesa all'ASML olandese.

Che ne dite di ASML ha sfidato il colosso dell'industria dei semiconduttoriUna società tecnologica giapponese Canone Quest'anno prevede di vendere macchine per la produzione di chip a basso costo. Nota per le fotocamere e le stampanti, Canon mira a utilizzare la sua tecnologia di litografia a nanoimpronta per prendere piede nel mercato dei semiconduttori e cambiare le dinamiche del settore.

Le nuove macchine per litografia, la cui consegna è prevista entro la fine dell'anno, segnano l'ingresso di Canon in uno spazio altamente competitivo dominato da ASML. I tempi coincidono con la crescente domanda globale di macchinari per la produzione di chip e con gli sforzi dei paesi occidentali per limitare l’accesso della Cina alle tecnologie avanzate dei semiconduttori.

Hiroki Takeshi, capo del gruppo industriale di Canon, ha espresso l'ambizione dell'azienda: “Vogliamo farlo mentre il mercato è caldo.” Una tecnologia unica di litografia a nanoimpronta (NIL) presentata in ottobre promette un approccio più conveniente alla progettazione dei chip, imprimendoli su wafer di silicio invece del tradizionale metodo di fotoincisione.

Canon ha molto margine di manovra per conquistare il mercato

L'azienda giapponese afferma che il loro processo è significativamente più economico, poiché utilizza fino al 90% di energia in meno rispetto alla tecnologia Extreme Ultraviolet (EUV) di ASML, dominante sul mercato. Le macchine EUV di ASML sono fondamentali per la produzione di chip sofisticati, che non solo costano più di 150 milioni di dollari ciascuno, ma devono anche affrontare tempi di consegna lunghi, lasciando spazio alla tecnologia Canon per conquistare il mercato. Financial Times.

Sebbene Canon ammetta che non competerà direttamente con la tecnologia EUV, mira a collaborare e contribuire alla crescita del settore. Partendo dai chip di memoria 3D Nand, l'azienda vuole dimostrare la fattibilità della sua tecnologia prima di espanderla a microprocessori più complessi.

READ  Capacità della batteria e velocità di ricarica rilevate

Tuttavia, gli analisti del settore sono scettici sull'impatto di Canon, liquidando la tecnologia delle nanoimpronte come una novità. Richard Windsor, fondatore della società di ricerca Radio Free Mobile, mette in guardia proverbialmente: “Se la tecnologia della nanoimpronta sarà avanzata, penso che sarà già in uso e sul mercato su larga scala..”

Una delle sfide più importanti per Canon risiede nel raggiungimento di elevati livelli di miniaturizzazione. Partendo con una punta da 5 nanometri, l'azienda punta a 2 nm. Il tasso di successo nell'ottenimento di chip privi di difetti, chiamato rendimento, deve essere vicino al 90% per competere con la tecnologia EUV di ASML.

Canon prevede di offrire macchine di prova per cercare di convincere i clienti del valore dell'integrazione della nuova tecnologia negli impianti di fabbrica esistenti.

Gli analisti sospettano che l'azienda giapponese possa vendere i suoi macchinari alla Cina a causa delle restrizioni all'esportazione imposte dall'ASML a causa delle restrizioni statunitensi. Tuttavia, le restrizioni all’esportazione giapponesi, in linea con le direttive di Washington, complicano questa opzione per Canon.

Mentre Canon si sforza di raggiungere un equilibrio nella tecnologia di produzione dei chip, l'azienda riconosce incertezze e rischi, osserva Takeshi: “È arrivato il momento in cui nessuno sa dove si trovano i pericoli.” Il successo della tecnologia litografica nanoimprint di Canon rappresenterà un punto di svolta nel settore dei semiconduttori, sfidando gli operatori consolidati e rimodellando il panorama competitivo. Quest'anno porterà sicuramente una vergogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *