ZUCCHINE FRITTE

Iniziate la preparazione delle zucchine lavando e asciugando le zucchine ed eliminando le due estremità.

Utilizzando un coltellino affilato tagliatele a fettine sottili per il lungo e poi riducete ogni fettina a striscioline larghe tre o quattro millimetri.

Raccoglietele in una ciotola capiente, cospargetele di sale grosso e lasciate che perdano la loro acqua di vegetazione per 15/20 minuti circa.

Eliminate l’acqua che avranno rilasciato e asciugatele con delicatezza su un telo da cucina, passandole quindi nella farina.

Infarinatele velocemente e setacciatele subito per eliminare la farina in eccesso.

In una larga padella scaldate abbondante olio e friggetevi pochi filetti di zucchina alla volta.

Ritirateli con la schiumarola, quando sono di un colore oro pallido, e disponeteli mano a mano su carta assorbente da cucina.

Salate solo se necessario e trasferiteli delicatamente su un piatto da portata. Servite quindi le zucchine fritte alla romana ben calde

PATATINE FRITTE

Pelate le patate e tagliatele a bastoncini, mettetele in una ciotola con acqua e risciacquale bene.

L’acqua diventerà opaca all’inizio quindi cambiatela un paio di volte finché non sarà chiara e limpida, quello è il segno che le patate hanno perso il loro amido.

Per un risultato ancora migliore le patate devono essere ben fredde quindi mettete la ciotola con l’acqua e le patate nel frigorifero e lasciale raffreddare il più possibile.

Scalda in una padella abbondante olio per frittura e rendilo bollente, vi accorgerete della giusta temperatura quando mettendo dentro una mollichina di pane la vedrete sfrigolare.

Oppure usate uno stuzzicadenti di legno, lo stesso comincerà a friggere, l’olio sarà pronto.

Scolate ed asciugate per bene le patatine e mettetele a friggere nella padella senza riempirla troppo così la temperatura dell’olio non si abbasserà.

La differenza di temperatura tra l’olio bollente e le patatine ben fredde darà lo shock termico e la croccante crosticina che tanto ci piace sentire sotto i denti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here