MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Torna d’attualità l’autocertificazione, il documento che abbiamo imparato a conoscere nei mesi e in seguito all’entrata in vigore dei Dpcm, l’ultimo dei quali quello del 4 novembre.

Il 3 dicembre, invece, il governo ha firmato il decreto che tutti abbiamo identificato come il “decreto di Natale”. E tra zone gialle, arancioni e rosse, per muoversi sarà necessaria l’autocertificazione. Il modulo è quello emesso dal ministero dell’Interno a ottobre (ancora non c’è un modello nuovo) e dovrà essere consegnato al momento di un eventuale controllo.  Cerchiamo di capire quando serve, però, l’autocertificazione. A prescindere dal tipo di “fascia” (rossa, arancione o gialla), il modulo va esibito sempre se si viene fermati durante l’orario del coprifuoco, tra le 22 e le 5 del mattino a Capodanno la fascia oraria è stata estesa alle 7).  Se ci si trova, invece, in zona arancione (servono le comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e urgenza), l’autocertificazione va utilizzata per uscire dal proprio Comune: lo spostamento è previsto, nei giorni di Natale – lo consente il decreto del 3 dicembre – dai Comuni con meno di 5 mila abitanti verso altri centri, ma entro un raggio di 30 chilometri. Non vale, invece, verso capoluoghi di provincia.   Nelle regioni che si trovano in zona rossa, il modulo serve anche per muoversi durante la giornata all’interno del proprio comune. Come sempre vale la possibilità di varcare i confini comunali, provinciali e regionali anche se in zona rossa: ma servono i comprovati motivi lavorativi, di salute e di urgenza.  CLICCA QUI E SCARICA IL MODELLO

NON È LA RADIO SCENDE IN CAMPO CON LA CITTÀ DI FIUGGI PER SERENA E IL SUO URGENTE INTERVENTO. AIUTACI A DONARE!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here