MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

“Gli scienziati dicono di non saperne abbastanza” su Omicron. “Servono due o tre settimane,che in pandemia sono un’eternità. Per questo la raccomandazione è vaccinatevi. Speriamo per il meglio, ma prepariamoci al peggio”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea,Ursula von der Leyen.

“L’Ue è una regione epidemiologica unica” e per quanto riguarda il controllo della diffusione del virus e della variante Omicron, “quello su cui concordiamo è avere un approccio basato sulla persona e non sui confini, che il virus non rispetta. Per questo servono test, tracciamento, distanziamento sociale e mascherine, che abbiamo visto che funzionano”, ha aggiunto.

Discutere su possibilità vaccino obbligatorio in UE Le decisioni sulle multe a chi non si vaccina sono di natura prettamente nazionale ma “penso che si possa aprire un dibattito sull’obbligatorietà dei vaccini nell”Ue, che vada fatto”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in conferenza stampa.

“Due anni fa non avrei mai pensato di vedere quello che vediamo adesso, abbiamo una pandemia in corso, abbiamo i vaccini che salvano la vita e non vengono utilizzati. Se guardiamo alle cifre, un terzo della popolazione europea non è vaccinata, 150 milioni di persone sono tante. Non tutti possono essere vaccinati, come i bimbi molto piccoli, ma la maggioranza può”, ha aggiunto.

Adattiamo green pass, includa anche richiamo Il green pass “deve essere adattato in modo costante alla situazione della pandemia. E’giusto che ora non sia inclusa solo la vaccinazione, ma anche il richiamo. Il messaggio è che il richiamo sia effettuato a 6 mesi” dal ciclo completo,  ha detto Ursula von der Leyen. Vaccino Pfizer per bambini disponibile dal 13 dicembre “Le dosi del vaccino Pfizer peri bambini saranno pronte dal 13 dicembre”, ha annunciato la presidente della Commissione Ue.

Con sospensione brevetti solo incertezza “La sospensione dei diritti di proprietà intellettuale non porterebbe al know-how o alla capacità di vaccinazione” necessaria a produrre dosi nei Paesi senza vaccini, “ma non farebbe altro che portare incertezza per gli scienziati”, mentre “la licenza obbligatoria porterebbe maggiori benefici in una pandemia come questa percé’ la produzione e il trasferimento del know-how sarebbe sicuro e questo è ciò di cui ha bisogno, ad esempio, l’Africa”, ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella presentazione delle nuove misure per contrastare la pandemia e la nuova variante Omicron.

Entro marzo 2022 dosi per vaccini e booster “Abbiamo distribuito un miliardo di dosi di vaccino anti-Covid” e grazie ai nuovi contratti firmati con Pfizer e Moderna “entro il primo trimestre 2022 avremo le dosi sufficienti per il booster per tutti i cittadini Ue totalmente vaccinati. E le dosi per i bambini 5-11 anni saranno disponibili dal 13 dicembre”, ha detto la presidente della Commissione europea.

LA VARIANTE OMICRON È IN ITALIA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here