Ha confessato Giovanni Vincenti “ Ho provocato io lo scoppio della mia cascina. Non volevo uccidere, ma solo i soldi dell’assicurazione. Ho usato 7 bombole e il timer di un albero di Natale “ .
Indiziata anche la moglie.

L’uomo è già in carcere

Svolta quindi nella notte nelle indagini sull’esplosione di Quargneto. I carabinieri del Comando provinciale di Alessandria hanno fermato e ascoltato il proprietario della cascina, Giovanni Vincenti, assistito dall’avvocato Laura Mazzolini. Il fascicolo aperto dal procuratore Enrico Cieri ipotizza i reati di disastro doloso, omicidio plurimo e lesioni volontarie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here