MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Oggi, lunedì 22 Febbraio, nella trasmissione Teste di Calcio , condotta da Fabio Carboni e  Alessandro Battistini è intervenuto l’ex calciatore e terzino che ha militato nella As Roma, Sebino Nela.

Cosa ne pensi della rottura  Dzeko- Fonseca?

“Il bene comune è la Roma è la maglia è la società e a queste cose bisogna porre rimedio, Nessuno pensasse a interessi personali perchè  loro che sono tesserati, hanno degli obblighi nei confronti della società nei confronti del popolo, credo che le cose siano in via di chiarimento, Dzeko è stato reintegrato ed ora stara a lui riconquistare la maglia da titolare, non penso che riavrà la fascia di capitano perchè Fonseca ha preso le sue decisioni. L’interesse principale è che la Roma possa arrivare tra le prima quattro in classifica. La qualificazione conviene a tutti sia al tecnico per una eventuale riconferma.”

Quale è la partita peggiore con la Roma? Tra Liverpool e Lecce?

“Con il lecce sembrava cosa fatta era troppo facile vincere contro una squadra già retrocessa e invece è arrivata una sconfitta disastrosa che ci ha negato lo scudetto, mentre  contro il Liverpool nella finale di Coppa dei Campioni  ce la siamo giocata pero sapevamo di affrontare uno dei migliori Liverpool della storia. Ci ha infastidito molto di piu perdere contro il Lecce.”

Commento su Roma Benevento?

” La Roma a Benevento forse ha sbagliato qualcosa non nego che  ho giocato anche io partite cosi, la cosa che mi dispiace è che ho sentito parlare male della quadra di Inzaghi, ma sinceramente cosa dovevano fare, erano sotto di un uomo è normale che giocare in questo modo” Bisognava vincere di misura. Quando sei in superiorità numerica, devi cercare l’uno contro uno perchè sta li il segreto, è stato fatto molto poco”.

Sulla polemica per la foto tra Pellegrini e Immobile:

” Questo è il calcio di oggi, dove i social fanno da padrone, La rivalità deve esistere ma basta non esagerare, sono due ragazzi, si sono ritrovati nella stessa clinica quando le mogli hanno partorito, è pura normalità. Ci sono momenti in cui sarebbe meglio non fare certe cose, specialmente dopo le partita come baci a abbracci tra giocatori. Oggi stiamo andando troppo verso l’eccesso sull’esasperazione degli eventi. L’importante è capire dove siamo cosa stiamo facendo e con chi abbiamo a che fare, ovvero le nostre tifoserie. Io la vedo una cosa abbastanza normale. Capisco che a fine partita può infastidire qualcuno ma è pura normalità. Se non ci ricordiamo tutte queste cose siamo soggetti a critiche. Quando perdi non è carino rimanere a ridere  e scherzare, magari sarebbe meglio andare negli spogliatoi”. Bisogna vivere in calcio in maniera diversa”.

PARLANO GLI ITALIANI BLOCCATI IN BRASILE: «ABBANDONATI QUI, NEANCHE L’AMBASCIATA SA COSA FARE»

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here