MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Mentre in Italia si punta il dito sulle discoteche che da stasera torneranno a chiudere i battenti e mentre gli stadi sono ancora chiusi al pubblico, ieri abbiamo assistito increduli a un Assembramento da stadio a Zoomarine, parco acquatico di Pomezia, alle porte di Roma, in barba a tutte le norme anticovid e al distanziamento personale.

Il parco acquatico aveva riaperto il 20 giugno con tutti gli accorgimenti nel rispetto delle norme anticovid, come si legge sul loro sito:

“Zoomarine si estende su una superficie di circa 40 ettari e il distanziamento sociale sarà naturale. Tutte le piscine e le aree acquatiche dell’Acquapark saranno regolarmente accessibili e, come confermato dall’Istituto Superiore di Sanità, rientrano tra i luoghi più sicuri grazie all’azione disinfettante del cloro.

Tutte le dimostrazioni con gli animali si svolgeranno all’aperto negli stadi e arene del Parco e saranno modulate in base al numero giornaliero di visitatori per consentire la corretta affluenza evitando gli assembramenti.”

Ieri evidentemente qualcosa deve essere andato storto, forse la troppa affluenza anche se i biglietti sono numerati e nominativi.

Certo è che ieri abbiamo assistito a qualcosa di inimmaginabile in questo periodo, gente seduta senza alcun rispetto del distanziamento, mascherine abbassate o addirittura assenti, il tutto sotto gli occhi dell’organizzazione.

Mentre il Governo si interroga sulla riapertura delle scuole e valuta nuovi LockDown nel Comune 5 Stelle di Pomezia, si assiste allo spettacolo dei delfini in uno stadio, come se niente fosse.

LEGGI ANCHE: VIVIANA PARISI POTREBBE ESSERE STATA AGGREDITA DAI CANI

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here