MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Rider in rivolta per le disposizionI secondo cui non è permesso salire sui vagoni di Trenord con la bicicletta.

Questi rider, dopo aver lavorato a Milano per tutta la giornata, necessitano di prendere il treno e viene da se che devono portarsi la propria bicicletta.

Le proteste di questi giorni hanno visto l’intervento della polizia, in particolare nei confronti di un giovane di origini nigeriane, fermato e successivamente indagato dalle forze dell’ordine.

L’episodio è stato denunciato con un video su Facebook da Deliverance Milano, un associazione che tutela i rider:

“ARRESTATO RIDER A GRECO PIRELLI PERCHÉ VOLEVA TORNARE A CASA!
Ieri sera la polizia in stazione Greco Pirelli a Milano ha arrestato Emma, un rider pendolare (con permesso di soggiorno e che paga regolarmente l’abbonamento) che ha partecipato alle proteste, perché voleva salire sull’ultimo treno con la bicicletta per tornare a casa invece di essere costretto ad abbandonarla in stazione o a dormire su una panchina.
Tutto questo è semplicemente assurdo. Vogliamo i vagoni per le biciclette su tutti i treni e dignità per tutti i rider! Non può essere a discrezione di un capostazione la decisione di lasciarci salire o no sul treno, vogliamo poter lavorare!
Durante il lockdown farci lavorare senza protezioni vi stava bene e questa è la vostra ricompensa?
La mobilità è un diritto, la risposta di Trenord e di Regione Lombardia non può essere la repressione poliziesca. Vogliamo risposte, ORA!”
#rights4riders #unitedwestand

Aggiungiamo per dovere di cronaca che secondo la ricostruzione della polizia, il rider nigeriano avrebbe tentato di incitare gli altri rider in stazione ad unirsi alla sua protesta e successivamente se la sarebbe presa con gli agenti presenti costringendoli al fermo per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e possesso illegale di hashis.

ARRESTATO RIDER A GRECO PIRELLI: VOLEVA TORNARE A CASA!

🔴 ARRESTATO RIDER A GRECO PIRELLI PERCHÉ VOLEVA TORNARE A CASA! (english below) Ieri sera la polizia in stazione Greco Pirelli a Milano ha arrestato Emma, un rider pendolare (con permesso di soggiorno e che paga regolarmente l'abbonamento) che ha partecipato alle proteste, perché voleva salire sull'ultimo treno con la bicicletta per tornare a casa invece di essere costretto ad abbandonarla in stazione o a dormire su una panchina. Tutto questo è semplicemente assurdo. Vogliamo i vagoni per le biciclette su tutti i treni e dignità per tutti i rider! Non può essere a discrezione di un capostazione la decisione di lasciarci salire o no sul treno, vogliamo poter lavorare! Durante il lockdown farci lavorare senza protezioni vi stava bene e questa è la vostra ricompensa? La mobilità è un diritto, la risposta di Trenord e di Regione Lombardia non può essere la repressione poliziesca. Vogliamo risposte, ORA! #rights4riders #unitedwestandLast night the police in Greco Pirelli station in Milan arrested Emma, ​​a commuter rider (with residence permit and who regularly pays the subscription) who participated in the protests, because she wanted to get on the last train with the bicycle to go home instead of being forced to abandon her at the station or sleep on a bench.All of this is simply absurd. We want bicycle wagons on all trains and dignity for all riders! The decision to let ourselves or not get on the train cannot be at the discretion of a stationmaster, we want to be able to work!During the lockdown, making us work without protection was fine and this is your reward?Mobility is a right, the response of Trenord and the Lombardy Region cannot be police repression. We want answers, NOW!Deliverance Milano#RiderXiDiritti

Posted by Deliverance Milano on Sunday, June 14, 2020

LEGGI ANCHE: #LeggiPerMe, la campagna Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

ABC: “Chavez finanziò il M5S“

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here