MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab
Prima ha insultato i vigilantes che gli hanno chiesto di indossare la mascherina anti-Covid, poi ha colpito con una violenta testata al volto un cliente che ha commentato quanto stava avvenendo.

Protagonista un ristoratore modenese al Fidenza Village (Parma) che è stato segnalato alle autorità giudiziarie dai carabinieri. Ora spetterà ai magistrati decidere il da farsi.
I carabinieri di Fidenza hanno già raccolta la denuncia del cliente aggredito e le testimonianze degli agenti della vigilanza.
La scena è stata ripresa in un video che ha poi iniziato a girare sulle app di messaggistica.
L’outlet fa sapere che la vigilanza privata ha seguito le procedure correttamente, invitando il cliente a indossare la mascherina che è obbligatoria.
Dopo l’aggressione è stato subito chiamato il 118 e sono stati prestati i primi soccorsi al cliente colpito dalla testata.
Allertati anche i carabinieri di Fidenza e l’aggressore, che era accompagnato da una donna, è stato fatto uscire dal Village per non creare ulteriori problemi ad altri clienti.
Sul caso interviene anche il sindaco di Fidenza Andrea Massari in un post su facebook: “Il video dell’aggressione è orribile, mostra in ‘azione’ un ristoratore modenese che le cronache dei mesi scorsi ci hanno insegnato bene a conoscere quando si presentò a Roma con tanto di corna da sciamano. Nel video si vede l’uomo invitato a indossare la mascherina dal personale di vigilanza. A un certo punto partono insulti e una testata in fronte ad una persona che avrebbe espresso in modo colorito il suo sdegno per il siparietto in corso”.
A proposito di approcci alle cose, prosegue il primo cittadino, “merita un plauso il personale di vigilanza del Fidenza Village, che insieme a tutta la struttura ha brillato per serietà e professionalità, sfoggiando in mezzo agli insulti che venivano vomitati una pazienza che invidio e che penso invidiamo tutti. Grazie anche ai carabinieri della compagnia di Fidenza intervenuti con la consueta rapidità, per chiudere questa follia e proteggere tutte le persone che, a differenza di altri, sanno che le parole sono più forti della violenza”.
MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here