Via delle Zoccolette
Via delle Zoccolette

Forse non tutti sanno che:

Vicino all’isola Tiberina, sul lungotevere, ce sta ‘na via che ogni volta scatena la fantasia dei romani.
“Perchè se chiama via delle Zoccolette?”, direte voi.
Ecco, mo ve lo dico io o almeno ce provo.

E’ ‘na questione de toponomastica o in questo caso, de sorconomastica.
Nella stessa via infatti, al civico 16 è presente un Orfanotrofio, o meglio un ricovero “per le povere zitelle zoccolette”, come recita la targa apposta sulla facciata del palazzo.
Questo conservatorio, nacque con l’intento di educare le povere orfanelle che spesso andavano in giro con dei calzari chiamati appunto “zoccolette”, a queste, venivano insegnate arti e mestieri, spesso però raggiunta la maggiore età e una volta abbandonato il conservatorio, le ragazze che non avevano trovato una degna sistemazione, non avevano altro destino che quello del marciapiede e della prostituzione, è per questo che oggi a Roma, le chiamamo “zoccole”.

Se quindi pensavate che fosse la via ad aver preso il nome dalle professioniste del mestiere più antico del mondo, ci eravate andati semplicemente vicino, in realtà so’ le zoccole che hanno preso il nome dalla via.

Leonardo Orsi

Leggi anche:

Er giro de Peppe intorno alla reale

Coccia de morto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here