MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Da domani 15 aprile, dunque, una maggiore percentuale di vaccini tornerà nelle Regioni che nelle ultime settimane erano state penalizzate dalla decisione di distribuire le dosi non secondo i numeri della popolazione residente ma secondo quella dei target da vaccinare. E dunque, Regioni come la Liguria, il Piemonte, il Friuli, la Toscana o l’Umbria che hanno fin qui ricevuto più dosi proprio per il gran numero di anziani che vi vivono, adesso riceveranno meno dosi mentre torneranno ad averne di più le Regioni più giovani d’Italia, la Campania su tutte e poi il Trentino, la Sicilia e la Calabria.

Un riequilibrio sollecitato a gran voce nei giorni scorsi dal governatore della Campania De Luca che ha lamentato di aver  ricevuto 200.000 dosi in meno rispetto alle aspettative

Ormai a buon punto la vaccinazione degli over 80 e con consistenti scorte di AstraZeneca (adesso previsto per la fascia 60-79 anni) in giacenza nei frigoriferi di tutte le regioni, l’ufficio del commissario per l’emergenza Figliuolo ha deciso di tornare al criterio della distribuzione per residenza. Non tutte le regioni che fin qui hanno ricevuto più vaccini in virtù dell’alto numero di anziani sono già riuscite a mettere in sicurezza gli over 80. Avanti Piemonte, Liguria, Umbria e Friuli è ancora indietro invece la Toscana, una delle regioni che ha vaccinato più categorie essenziali che per età.

Abnorme anche la situazione in Sicilia dove su un milione di dosi somministrate solo 45.000 erano di AstraZeneca. Ma nella regione fanalino di coda per le vaccinazioni degli over 80 le consegne di Pfizer e Moderna sono state utilizzate per gli operatori sanitari e non (una platea allargata a dismisura) a cui ancora in parte deve essere somministrata la seconda dose. Ovviamente con gli stessi vaccini a mRna che, iniettati anche a giovani studenti e a fornitori degli ospedali, adesso scarseggiano per gli over 80.

L’UE PRESENTA IL ‘PASSAPORTO’ VACCINALE, IN VIGORE DA GIUGNO

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here