5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

La decisione ancora non c’è, ma la responsabilità delle chiusure degli impianti sciistici non sarà dell’Unione europea. Lo rivela stamattina Eric Mamer, portavoce della commissione guidata da Ursula von der Leyen: “La decisione sull’attività sciistica è di competenza nazionale, non europea”. “Occorre prudenza nel revocare le misure anti-Covid – continua Mamer – perché questo può provocare la recrudescenza del virus”.

La Commissione starebbe comunque lavorando a un pacchetto di “raccomandazioni” per “rafforzare il coordinamento tra gli Stati”. Sarà quindi comunque il governo italiano guidato da Giuseppe Conte a decidere se rinviare l’apertura degli impianti. Nei giorni scorsi la polemica è stata al centro di un aspro dibattito tra le giunte delle Regioni del nord e il governo centrale. Da una parte la linea aperturista, dall’altra la posizione del governo improntata invece a far proseguire le chiusure anche per l’ultima parte dell’anno.

In Germania, intanto, sarebbe moto vicina la decisione della cancelliera Angela Merkel di rinviare “le vacanze sulla neve” fino al 10 gennaio; imponendo quindi uno stop a tutto il comparto sciistico fino a metà della stagione inverale.

Il rischio paventato dal governo italiano alle Regioni è quello di ritrovarsi nella condizione di fine settembre-ottobre, quando il rietro delle vacanze degli italiani contribuì a un notevole innalzamento della curva dei contagi da Sars-CoV-2.
C’è grande attesa per le nuove misure “per il Natale” nelle quali dovrebbe essere comprese anche la disciplina e le regole delle aperture degli impianti sciistici. L’esecutivo italiano potrebbe anche in questa occasione fare ricorso allo strumento del Dpcm, già più volte utilizzato nei dieci mesi di pandemia Covid-19.

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here