johnoson & johnoson

Negli Stati Uniti un giudice dell’Oklahoma ha condannata l’importante azienda Americana Johnson & Johnson a pagare una multa da 572 milioni di dollari per aver abusato nell’uso di oppiacei nei medicinali.

Nello Stato dell’Oklahoma si contano almeno 2.000 casi di abusi. La vicenda potrebbe coinvolgere, a livello nazionale, non solo le case farmaceutiche, ma anche i distributori e i medici dalla ricetta troppo “facile”.

È il primo processo contro un produttore di oppioidi negli Stati Uniti,  i produttori, distributori e rivenditori dei medicinali incriminati, sono ritenuti responsabili della morte di 400.000 persone negli Usa dal 1999.

Gli antidolorifici a base di derivati dall’oppio provocano dipendenza in chi li assume e contribuiscono a creare assuefazione e a spingere chi li usa verso il mercato illegale delle droghe.

Quanto asserito dal giudice dell’Oklahoma, Thad Balkman, ci sono le prove che Johnson & Johnson ha lanciato delle campagne di marketing ingannevoli per convincere il pubblico che gli oppiacei provocano rischi molto bassi di assuefazione e sono efficaci per trattare una vasta gamma di dolori cronici.

La multinazionale statunitense Johnson & Johnson ha già dichiarato che presenterà ricorso contro la decisione del tribunale americano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here