“Una pesca può rappresentare anche l'Albania”: come mai la scelta di una canzone per l'Eurovision è diventata una questione di importanza nazionale? – Comunità

L'”Eurovision Song Contest” si è concluso sabato con la selezione della canzone “Ramonda” della giovane scrittrice Teia Dora, e non si è calmata la tempesta di reazioni e rabbia per il fatto che la canzone “Eagle's Nest” di Anđela Ignjatović Breskvice non arriverà a Malmö. Alcuni sono arrivati ​​addirittura ad annunciare una protesta davanti alla RTS il 9 marzo a causa di un “furto elettorale senza precedenti”.

“Cos’è questa canzone? Perché l'arbitro esperto 'F' ha scelto il contapersone? Abbiamo detto pesca. Non è scomparsa la canzone che celebra il Kosovo serbo, ma la Teja Dora che canta 'Nha, Nha, Nha'. Cosa è selezionato? Musica del Kosovo perduto, musica serba, il mio cuore batte forte quando la ascolto. 'Lila Ramonto, dove sei andata', si perse. Angela, tieni quello che ti serve, quando vuoi, su Informer. Vieni, canta, mostra, quello che vuoi. Tu sei la nostra conquistatrice e regina e la Serbia ti ama e la Serbia è con te. Vi hanno rubato la vittoria”, ha detto Dragan J. Vucicevic durante la sua trasmissione televisiva Morning College, in modo molto caricaturale e talvolta offensivo nei confronti del rappresentante della Serbia a Malmö.

La formulazione, il simbolismo e il messaggio della canzone vincitrice, la chiara differenza nelle abilità canore del primo e del secondo classificato, sono di Dragon J. Vucicevic non lo sapeva. Sorprendendo molti.

Tuttavia, la frenesia apparsa nell'opinione pubblica e la ripolarizzazione della società, sebbene ciò non sia insolito per la Serbia, hanno sorpreso alcuni cittadini, poiché sono state organizzate anche iniziative di protesta e di annullamento delle elezioni. Per i delegati.

Il sociologo João Bacic dice per Danas che questa società “è deragliata molto tempo fa”.

READ  Sinistra e Osimen pareggiano a Napoli, il Porto batte l'Arsenal nel 94!

“Questo è successo prima che i progressisti vincessero nel 2012, perché se la società non fosse stata deragliata, non avrebbero potuto vincere. 12 anni di governo sono la prova che è risorto. Quindi, se prima tutto era insolito, loro hanno reso tutto ancora più insolito”, sottolinea Pakik.

Come spiega, il partito al governo in realtà detta ciò che dovrebbe essere all'ordine del giorno, attraverso le stazioni televisive e i giornali che controlla.

“Sono loro che dettano ciò che sarà significativo. “Una buona parte del resto del pubblico è completamente ignaro e coglie i segnali che ricevono dai mass media e li segue”, dice Bakik.

Sottolinea che all'improvviso sorge la domanda incredibilmente importante su chi rappresenterà l'Eurovision Song Contest.

“Anche per le persone informate e intelligenti è una competizione, tranne che quelli che partecipano, potrebbero prendere una buona decisione e avere un interesse commerciale. Magari le loro canzoni diventeranno popolari, guadagneranno di più… questo è il punto, ” spiega Bakik.

E dice che è una partita senza senso come la nostra, è un preliminare e i “due cretini” che alcuni seguono.

“Nei paesi sviluppati, è ai margini dell'interesse di qualsiasi pubblico intellettuale. È seguito dai gruppi emarginati, forse vulnerabili, perché tutta questa espressione, se non prima, ora ha un significato che promuove i diritti delle minoranze sessuali. In questo modo, chiunque voglia andare”, dice Pakic.

Il problema, osserva il narratore, è che qui tutto ciò solleva una questione di rilevanza nazionale, che è “brutta e parla molto male di noi”.

“Questo parla di uno spostamento profondo. Viviamo in una realtà parallela e non partecipiamo pienamente alla realtà di questo continente. A proposito, quella realtà non è affatto piacevole, molto brutta. Tuttavia, almeno c'è qualcosa a cui pensare. Non c'è niente a cui pensare qui, perché le condizioni per pensare sono completamente prive di significato “, dice.

READ  L'esercito ucraino ha ordinato il ritiro delle sue forze da Avdievoka

In risposta alle dichiarazioni di Dragan J. Vučićević e all'annuncio della presentazione di una richiesta alla RTS per l'annullamento dell'elezione del rappresentante, Bakić sottolinea che è normale che “una persona innocente si occupi di queste cose”.

“Cosa ci si può aspettare da lui? Una persona così impenitente, che dirige un giornale, che ha un ruolo nella vita pubblica della Serbia, che appare spesso in televisione con copertura nazionale è tragico. Ciò testimonia già uno stato catastrofico della società”, ha valutato Bagic.

Come spiega, c’è anche una chiara funzione di isteria pubblica, diventata sempre più visibile negli ultimi giorni sui social network.

“Naturalmente, la funzione di questa follia è quella di distogliere l'attenzione dai problemi sociali reali, soprattutto dalle conseguenze disastrose di un regime profondamente criminalizzato”, conclude Baki.

Baljak: Peach rappresenta anche l'Albania

Il direttore Janko Baljak fa notare a Danas di non aver sentito parlare dell'iniziativa menzionata dal redattore dell'Informer, ma che era “molto malata”.

“La pesca, tutte con lo stesso testo, aquile e nidi, rappresenta anche l'Albania. Qui sta tutta la schizofrenia delle nostre piccole differenze”, ha commentato succintamente Baljak.

Lui ha anche menzionato chi, secondo lui, dovrebbe rappresentare la Serbia nel torneo.

“Se avrò qualcosa a che fare con l'Eurovision, canalizzerò Constraca per tutta la vita. Costantemente. Costantemente”, ha sottolineato Balzac.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *