Tredici candidature per la succvessione dell’ormai ex Procuratore di Roma Giuseppe Pignatone,ma sono solo tre i nomi papabili: il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, quello di Firenze, Giuseppe Creazzo, e il pg di Firenze, Marcello Viola.

Il primo voto della V Commissione incarichi direttivi, è previsto per la fine della prossima settimana. La partita più importante per il Csm, quella del procuratore di Roma, potrebbe rimanere aperta per mesi, prima di arrivare al plenum. Lo scontro diretto dovrebbe essere tra  Lo Voi e Viola, entrambi esponenti di Magistratura indipendente. E il nodo sembra essere proprio questo: uno dei due sarà di certo votato dalle altre correnti, mentre quella di appartenenza potrebbe spaccarsi.

Gli altri undici sono Creazzo – di Unicost -, il pg di Salerno Leonida Primicerio, che concorre anche per la procura ordinaria della sua città, l’ attuale numero uno dei pm di Frosinone, Giuseppe De Falco, e quello di Velletri, Francesco Prete.

GLI OUTSIDER:

Tra le domande arrivate a palazzo dei Marescialli anche quelle dell’ attuale procuratore di Ravenna, Alessandro Mancini, di quello di Siena, Salvatore Vitello, e di quello dei minori di Campobasso, Claudio Di Ruzza. Candidatura anche dal pg di Lecce Antonio Maruccia, dal vicepresidente della Corte penale internazionale, Cuno Tarfusser, e dall’ attuale capo dipartimento Affari di Giustizia, Giuseppe Corasaniti. In corsa, un solo procuratore aggiunto: Michele Prestipino, braccio destro di Pignatone a Palermo e Reggio Calabria, prima che a Roma, attuale reggente della procura della Capitale e già responsabile della Dda.

AL VOTO ANCHE SUGLI “AGGIUNTI”:

Ventitré le domande per le due poltrone di aggiunto, che però la commissione valuterà successivamente. Quattordici sono già sostituti: Erminio Amelio, Maurizio Arcuri, Ilaria Calò, Giancarlo Cirielli, Antonio Clemente, Sergio Colaiocco, Gianfederica Dito, Nicola Maiorano, Antonella Nespola, Luca Palamara, Stefano Pesci, Vittorio Pilla, Alberto Pioletti, Pietro Pollidori.

Potrebbe Interessarti: https://nonelaradio.it/pignatone-giudici-hanno-troppa-importanza-perche-i-politici-usano-le-indagini-per-delegittimare-gli-avversari/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here