palazzo_chigi
palazzo_chigi
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Sulla Tav “saranno necessari ulteriori incontri” all’interno del governo “non essendoci un accordo finale”. E’ quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio dopo il vertice di questa notte durato cinque ore. “Sono emerse criticità – fa sapere palazzo Chigi – che impongono un’interlocuzione con gli altri soggetti partecipi del progetto, per verificare la perdurante convenienza dell’opera e la possibilità di una diversa ripartizione degli oneri economici”.

Nonostante il lungo incontro, quindi, le risposte definitive sulla grande opera sono ancora rinviate. Lunedì 11 marzo il Cda di Telt dovrà dare il via libera ai bandi. In gioco, ha ricordato la commissione Ue, ci sono 800 milioni di euro che, in caso di mancato avvio delle gare, l’Italia potrebbe perdere.

Il vertice avvenuto nella notte doveva servire per trovare una mediazione tra M5s e Lega. A Palazzo Chigi con Conte c’erano i vice Salvini e Di Maio e il ministro Danilo Toninelli. La Lega vuole un Sì senza più rinvii, anche a costo di chiamare i cittadini piemontesi a pronunciarsi con un referendum o di far decidere a un voto del Parlamento. Il M5s ha reso quella per il No la battaglia della vita politica. Fughe in avanti, avvertono dall’una e dall’altra parte, rischiano di far cadere il governo.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here