tampon tax

È intervenuta ai microfoni di Non è Mentana Giuditta Pini, deputata PD, per parlare della Tampon Tax.

Hai portato avanti la battaglia in Parlamento che riguarda la parità dei diritti tra uomo e donna, come quella dell’abbassamento della Tampon Tax. Questo governo invece è rimasto sordo a quest’esigenza.

La questione va presa da un punto di vista più ampio. nel nostro paese meno della metà delle donne lavora, almeno in regola, e quelle che lavorano vengono pagate circa il 20% in meno. A questo si aggiungono una serie di tassazioni occulte come per esempio l’IVA sui dispositivi igienici femminili. Era stato proposto questo emendamento sulla Tampon Tax, facendo notare anche il fatto che in alcuni Paesi gli assorbenti sono gratuiti. Durante la scorsa legge di bilancio avevo proposto la gratuitità della contraccezione, almeno per i giovani e i disoccupati e quelli con un reddito basso.

In tutto Occidente c’è un vento che va contro i diritti delle persone, dagli Stati Uniti dove in alcune zone si vieta l’aborto, fino all’Italia dove ci sono state manifestazioni come quella di Verona, che stanno cercando di cambiare diritti per cui molte persone hanno lottato.

È un dibattito mondiale e c’è un fortissimo spirito di regressione. Non lo sottovaluterei. Secondo me la cosa più pericolosa è già il permettere e l’accettare che se ne parli, cioè già solo il fatto che sia accettabile nel dibattito pubblico di parlare dei diritti delle donne, della comunità LGBT o degli immigrati, pone le basi per arrivare alla regressione. È pericoloso il modo con cui già solo parliamo di queste cose.

tampon tax

Torniamo sulla Tampon Tax, D’Uva ha affermato che hanno bocciato l’emendamento per una questione ambientale.

Credo che D’Uva abbia fatto una figuraccia perché non sapeva di cosa stesse parlando. Le coppette e gli assorbenti lavabili sono comunque tassabili al 22%, e in tal caso avrebbero potuto modificare l’emendamento anziché bocciarlo. Sicuramente si potrebbero fare delle politiche per incentivare l’acquisto di prodotti non usa e getta come le coppette, deve essere però una scelta delle donne.

Federica Fiordalice

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here