Stupro di gruppo a Viterbo, in manette consigliere Casapound

In manette anche un altro giovane. La violenza si sarebbe consumata allʼinterno di un circolo privato di cui i due avevano lʼuso esclusivo

0
65

Due persone sono state arrestate dalla polizia di Viterbo con l’accusa di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una italiana di 36 anni. Uno dei due arrestati è un consigliere comunale eletto con Casapound in un comune del Viterbese. Il reato si sarebbe consumato all’interno di un circolo privato di cui i due indagati avevano in quel momento l’uso esclusivo.

La vicenda ha scatenato le reazioni dell’ala M5s del governo: il leader M5s e vicepremier, Luigi Di Maio, ha parlato di un episodio “scioccante”, e ha garantito che “i balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara”, augurandosi che “si facciano 30anni di galera”. Simile la presa di posizione del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta: “E’ vergognoso e la pagheranno cara”. Il ministro sottolinea quindi, in un post su Facebook, che “sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e poi dopo aver perso i sensi violentata. È sconvolgente. E sembra che nello stupro sia coinvolto anche un consigliere comunale eletto con Casapound. Ditemi voi se queste non sono delle bestie!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here