5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

E’ una Roma B quella vista di scena questa sera, nella prima gara di Europa League. Paolo Fonseca cambia nove undicesimi della squadra rispetto al campionato, confermando solo Pedro e Cristante. Tornano a giocare  Juan Jesus e Fazio insieme a Kumbulla, che nel secondo tempo segna il gol decisivo per i tre punti. Bruno Peres largo a sinistra, il rientrante Karsdorp a destra. Davanti l’atteso esordio dal 1’ di Mayoral.

Il tournover si è dimostrato un flop, la Roma, non gioca da squadra e  soffre troppo in difesa e anche a centrocampo, non ha idee nel primo tempo, del resto era facilmente comprensibile data la formazione schierata.

Sono stati i cambi, i cosiddetti “big” a cambiare le sorti della gara: Dzeko e Mkhitaryan, entrati alla mezz’ora, fornisco gli assist decisivi trasformati rispettivamente da Bruno Peres e Kumbulla.

Queste le parole di Fonseca a fine partita:

“Quello che è importante è avere fiducia in tutti i giocatori e io ce l’ho. È stata una partita difficile, lo Young Boys non è una squadra semplice. Su questo campo hanno vinto tutte le ultime 15 partite, la Juventus ha perso qui due anni fa. Abbiamo avuto difficoltà di adattamento a questo campo che è molto veloce. L’importante era vincere e l’abbiamo fatto bene”.

Non si fa in tempo a finire una partita, che ne inizia subito un’altra. I giallorossi saranno impegnati lunedì nel monday night contro il Milan, capolista a punteggio pieno, reduce dall’impegno in Europa.

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here