MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

La prima serata della Wrestlemania di quest’anno si apre con il kick-off, nel quale si affrontano Drew Gulak e Cesaro, le previsioni davano per favorito il primo dopo l’alleanza con Daniel Bryan ma a sorpresa lo svizzero ha la meglio.

Inizia lo show e c’è subito il primo cambio di titolo, con le Kabuki Warriors campionesse tag team che perdono contro Alexa Bliss e Nikki Cross, in un incontro sottotono.

Uno dei match peggiori di questa prima serata di Wrestlemania ha visto King Corbin soccombere contro Elias, con il wrestler-cantante che vince di rapina con un roll-up tenendo il pantalone dell’avversario.

È la volta di uno dei match più attesi, in palio c’è il Raw Women Championship, la campionessa Becky Lynch contro Shayna Blaszer; dopo un match molto combattuto ha la meglio l’irlandese che ribalta la mossa di sottomissione decisiva dell’avversaria e la schiena con una capriola mantenendo così la cintura.

Un match dal quale ci si aspettava di più era quello per l’Intercontinental Championship, Daniel Bryan contro il campione Sami Zayn; ha la meglio il canadese con un Heluva kick finale che stende l’avversario restando così in possesso del titolo.

Il match a tre coppie per lo Smackdown Tag Team Championship diventa un triple treath ladder match, per il forfait di uno dei campioni The Miz costretto in quarantena, che vede in rappresentanza dei campioni, John Morrison contro Kofi Kingston per il New Day e Jimmy Uso per gli Usos.

Ha la meglio in maniera rocambolesca il campione Morrison che sta staccando in contemporanea con gli altri due le cinture in cima alla scala ma mentre Jimmy e Kingston afferrano il sostegno dove sono appesi i titoli, il campione si aggrappa alle cinture slacciandole e facendole sue ruzzolando a terra e mantenendo i titoli.

Uno dei match più belli è stato quello tra il Messiah, Seth Rollins e Kevin Owens, con il canadese che vince per squalifica, ma che pretende la ripartenza del match, stavolta senza squalifiche, per avere il suo Wrestlemania Moment proprio ai danni di Rollins.

Ebbene Owens ci riesce chiudendo il match prima con una cannon ball sul tavolo dei commentatori ai danni dell’avversario e poi con una stunner al centro del ring che vale il successivo schienamento.

Ecco il momento del match per lo Universal Championship, il campione Goldberg se la vede con Braun Strowman che sostituisce Roman Reigns che per via della malattia che lo ha colpito l’anno scorso più o meno, in questo periodo di Coronavirus ha preferito non combattere e rimanere isolato.

L’incontro dura poco, il campione realizza ben quattro Spear sul gigante, poi si appresta a chiudere con il jackhammer ma Strowman ribalta tutto trasformandolo nel running powerslam che gli basta per stendere il campione e diventare lui stesso il nuovo detentore del titolo.

Il Main Event della serata è un incontro quasi da film, Undertaker versione Badass, come anni addietro, contro Aj Styles in un Bone Yard Match, cioè si vince dopo aver seppellito l’avversario in una fossa.

A trionfare ma con un po’ di difficoltà è il Deadmanche nonostante i ripetuti interventi di Luke Gallowse Karl Anderson riesce a uscire dalla fossa prima di essere seppellito, a sorprendere Styles alle spalle e seppellirlo a sua volta aggiudicandosi l’incontro.

La seconda serata di Wrestlemania 36 inizia con l’incontro nel kick-off tra Liv Morgan e Natalya che vede vincere l’ex ragazza della Riott Squad che si impone sulla più esperta canadese, che sia arrivato il momento del push, del lancio per la giovane Liv?

Il primo incontro dopo il kick-off vede l’Nxt Women Championship con la campionessa Rhea Ripley che difende il titolo dall’assalto di Charlotte Flair, fallendo però la difesa della cintura, dopo un bel match molto equilibrato e con la campionessa con un ginocchio malandato, la Queen chiude la Ripley nella Figure 8 che dà la vittoria alla Flair.

E’ il momento di Aleister Black contro Bobby Lashley, vince il tulipano nero che batte il “marito” di Lana in un incontro che non dura molto ma che si conclude con Lashley che carica la Spear ma Black la evita mettendo a segno la sua Black Masse schiena l’avversario.

Il match in programma ora è tra Otis e Dolph Ziggler che a sorpresa si fa accompagnare da Sonya Deville, che nelle scorse settimane ha tradito l’amica Mandy Rose proprio nella storia con Otis.

La vittoria va proprio al componente degli Heavy Machinery grazie all’intervento di Mandy Rose che attacca Sonya Deville distraendo Ziggler, finisce con il trionfatore che prende in braccio la bella Mandy e i due si baciano appassionatamente.

Uno degli incontri più attesi e più belli di entrambe le serate è Edge contro Randy Orton in un Last Man Standing Match, ad avere la meglio dopo uno scontro estenuante è proprio la Rated R Superstar, al ritorno in un match singolo dopo più di nove anni.

I momenti finali vedono Orton pronto a colpire il canadese con una sedia, ma Edge lo intrappola in una mossa di sottomissione e poi la rende vittima di un Conciairto mentre piange colpendo l’amico.

Cambia il titolo 24/7, arriva correndo il campione Mojo Rowley che viene schienato dal conduttore della serata Rob Gronkowksi che diventa così il nuovo campione.

Raw Tag Team Championship in palio tra i campioni, gli Street Profit e la coppia composta da Angel Garza e Austin Theory, a vincere dopo un incontro abbastanza godibile sono proprio i campioni che mantengono così i titoli.

A match terminato Zelina Vega, manager dei due sconfitti, colpisce uno dei due campioni, precisamente Montez Ford ma arriva Bianca Belairche si allea agli Street Profit e attacca la Vega.

Ora in palio lo Smackdown Women Championship Elimination Match con la campionessa Bayley che deve difendere il titolo contro Sasha Banks, Lacey Evans, Tamina e Naomi.

La prima eliminata è la gigantesca Tamina schienata contemporaneamente da tutte e quattro le avversarie, poi è la volta di Naomi che cede alla Bankstatement di Sasha Banks.

Restano in corsa le due amiche, Sasha Banks e Bayley e la povera Lacey Evans che deve subire un probabile due contro uno; c’è una zuffa tra la Evans e Bayley, la campionessa vede che la Evans sta attaccando la Banks alle spalle quindi spintona l’amica che viene comunque atterrata dal suo Women’s Right che la elimina.

Dopo poco però Bayley mantiene il titolo grazie soltanto all’aiuto proprio della Banks che attacca la Evans.

Firefly Funhouse Match tra The Fiend Bray Wyatt e John Cena, un match molto controverso e strano una sorta di enorme promo con cambiamenti di gimmick e di abbigliamento dei due con un bel salto nel passato, alla fine vince il demone The Fiend Wyatt.

Il Main Event vede Brock Lesnar difendere il titolo di campione Wwe contro Drew McIntyre, dopo una Claymore di McIntyre che provoca solo un conto di uno e ben tre F-5 che non riescono a dare la vittoria al campione.

Lesnar sconsolato cerca con lo sguardo Paul Heyman in cerca di una sorta di aiuto, lo scozzese travolge con ben tre Claymore la bestia Brock Lesnar e lo schiena diventando così il nuovo campione Wwe.

Si chiude la prima Wrestlemania a porte chiuse e senza pubblico, resterà nella storia.

Edoardo Massetti

LEGGI ANCHE: I pronostici di Wrestlemania 36, la prima in due serate e senza pubblico

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM

SEGUICI SU  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here