MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab
Seconda giornata di Superlega che conferma le certezze che aveva lasciato la prima gara del massimo campionato di volley. Modena apre le danze con l’affermazione sul campo di Piacenza, nella giornata di domenica vincono Perugia e Civitanova entrambe col punteggio di 3-0. Vincono Padova e Ravenna.

Piacenza – Modena 0-3 (24-26); (21-25); (18-25).

Match in equilibrio solo nel primo set. Probabilmente proprio dopo aver perso il primo parziale quando sembrava già essere acquisito ha destabilizzato Piacenza che non è riuscita più a trovare il suo equilibrio. Dall’altra parte Anderson e Zaytsev hanno continuato ad attaccare con potenza e precisione. Un risultato in fin dei conti giusto anche in considerazione del fatto che negli ultimi due parziali i padroni di casa sono usciti praticamente di scena.

Power Milano – Lube Civitanova 0-3 (22-25); (15;25); (20;25).

Troppa Lube per Milano, che nonostante le numerose defezioni porta a casa i tre punti e va in testa alla classifica. La Power parte bene ma nel finale di set sale in cattedra Juantorena che con tre ace consecutivi porta a casa il parziale. Milano si scioglie col passare dei minuti, ed il match si conclude sullo 0-3. Ci si aspettava tanto dalla gara del Palalido ma purtroppo così non è stato.

Sir Safety Perugia – Calzedonia Verona 3-0 (25-16); (25-20); (25-18).

Dopo il passo falso  di tre giorni fa contro Milano, Perugia torna a far paura. La Sir ha sempre il pallino del match e grazie ad un Leon in grande spolvero si prende il primo set. Nel secondo parziale è Atanasijevic a trascinare gli umbri con il 90% in attacco nel set. Nel terzo parte meglio Verona ma alla lunga viene fuori l’esperienza dei vice campioni d’Italia; la gara termina 3-0 per i padroni di casa.

Itas Trentino – Vero Volley Monza 3-0 (25-20); (25-16); (25-21).

Ottimo esordio stagionale al Palatrento per i ragazzi di Lorenzetti che vincono contro una buona Vero Volley. Trento domina i primi due parziali con Russell formato MVP. Nel terzo set i brianzoli ci mettono il cuore portando i trentini fino al 20-20. Nel momento caldo Trento mette la freccia chiudendo il match con un super muro di Lisinac.
Emanuele Di Lorenzo
MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here