Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

A Yokohama la squadra britannica gioca la partita perfetta infrangendo il sogno della Nuova Zelanda di laurearsi campione del mondo per la terza volta consecutiva.

E’ l’Inghilterra la prima finalista di questo mondiale. I ‘Three Lions‘ hanno battuto autorevolmente i bicampioni in carica della Nuova Zelanda dove in finale troveranno la vincente tra Sudafrica e Galles.

Per l’Inghilterra la vittoria odierna ha sapore della rivalsa dopo che nel mondiale casalingo di quattro anni fa è stata clamorosamente eliminata al girone; quella che si giocherà sabato prossimo sarà la quarta finale per i ragazzi di Jones.

L’inizio della gara è pazzesco: i ragazzi di Jones aggrediscono subito il match trovando la meta dopo un minuto e 37 secondi. La meta che rompe gli indugi è di Manu Tuilagi dopo una grande azione corale sfonda il muro centrale eretto dai neozelandesi. Trasforma dai 30 metri Owen Farrell, 7-0.

Gli All Blacks incredibilmente commettono vari errori in fase offensiva permettendo agli inglesi di prendere coraggio ed avvicinarsi ai 22 metri, ma l’esperienza delle seconde dei campioni in carica non permette che il punteggio cambi. Allo scadere dei 40′ gli inglesi trasformano un calcio e vanno al riposo sul 10-0.

Nella seconda frazione di gioco il copione non cambia con gli inglesi sempre dominanti che attaccano ed al 50′ trovano la via dei pali con un piazzato di Ford portandosi sul 13-0. I neozelandesi sembrano smarriti. La partita si riapre al minuto 57′ quando la nazionale europea sbaglia una touche nei suoi 5 metri e trova incredibilmente Ardie Savea che completamente libero deve solo schiacciare a terra, Mo unga trasforma 13-7 e semifinale riaperta.

Gli ultimi 20′ minuti di gara sono un concentrato di passione ed orgoglio dove gli All Blacks attaccano con la forza della disperazione mentre l’ aggressività degli inglesi costringe la Nuova Zelanda a trovare soluzioni ad alto coefficiente di difficoltà. A 20′ dalla fine gli inglesi mettono il punto esclamativo sulla gara con un altro piazzato di Ford.

La gara si chiude col punteggio di 19-7 a favore della nazionale inglese.

di Emanuele Di Lorenzo

 

 

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here