MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

E’ arrivato il momento del secondo atto di questo weekend all’insegna dello spettacolo.

Come avete potuto vedere negli articoli precedenti l’All-Star Saturday si svolge in 3 fasi:

  • Skills Challenge 
  • Three point contest 
  • Slam dunk contest

La skills challenge non ha subito particolari modifiche rispetto agli anni precedenti, ma sicuramente ci sono state moltissime sorprese negli esiti della sfida;

Dopo l’esclusione dei più attesi, Tatum e Dinwiddie, ai primi turni, la gara è stata dominata dai “lunghi”.

Tra gli 8 partecipanti riescono ad andare in finale la sorpresa Sabonis e il giovanssimo Adebayo;

ha la meglio proprio quest’ultimo che grazie ad una gara impeccabile e al suo sorriso contagioso porta a casa il trofeo della skills challenge.

il Three point contest, invece, ha subito una leggera variazione rispetto alle scorse edizioni;

Oltre ai soliti 5 carrelli, sono stati aggiunti altri due carrelli (con 1 pallone solo) posti leggermente più lontano (circa 9 metri dal canestro), questi due palloni detti “mountain dew” se messi a segno sarebbero valsi 3 punti ciascuno.

E’ stata una gara piuttosto equilibrata che ha visto in finale il “rincalzo” Devin Booker, Buddy Hield e la sorpresa Davis Bertrans.

Tra i 3 finalisti ha avuto la meglio proprio Buddy Hield che, all’ultimo tiro disponibile, supera Devin Booker di un solo punto e si aggiudica la vittoria.

Lo Slam dunk contest, anche quest’anno, ha regalato fortissime emozioni;

Nota di merito per Dwight Howard che, con il suo solito costume da Superman, ha voluto celebrare Kobe facendo cucire sul proprio petto il numero 24.

La sfida è stata molto interessante come sempre, ma il duello finale 1 vs 1 è stato tra Derrick Jones Jr e il “veterano” della gara Aaron Gordon;

Dopo la beffa del 2016 che ha visto trionfare Zach LaVine ai suoi danni, Gordon pensava che questo fosse l’anno buono, ma anche quest’anno si è visto strappare il titolo tra le mille polemiche.

Grande merito però all'”aeroplano” Derrick Jones Jr che sicuramente compie un’ottima gara partendo tra i favoriti.

 

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here