MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

L’altra semifinale di ritorno è quella tra Napoli e Inter.

L’Inter si trova a dover ribaltare l’1 a 0 dell’andata e decide di farlo sfoggiando un inedito 3-4-1-2 cercando di valorizzate Eriksen il più possibile.

Il Napoli di Gattuso schiera la solita formazione con le sole novità Demme e Politano.

Il match comincia subito col botto, i nerazzurri passano subito in vantaggio dopo due minuto di gioco grazie ad un eurogol direttamente dal calcio d’angolo di Eriksen che elude Ospina.

Il Napoli cerca di rimanere in partita e rischia di pareggiarla al 22′ senza però sfruttare a pieno l’ingenua uscita coi piedi di Handanovic.

Frequente scambio di battute tra le due squadre senza avere però chiarissime occasioni da gol.

Ospina, dopo l’errore, si galvanizza e diventa assoluto protagonista;

Dopo due grandissimi interventi è suo il lancio lungo che porterà al pareggio del Napoli siglato da Mertens (superato Hamsik nella sclassifica all-time del Napoli).

Il primo tempo si chiude con un pareggio molto corretto dal punto di vista del gioco.

Il secondo tempo è molto equilibrato, l‘Inter cerca di spingere un po’ di più per cercare il passaggio del turno e va vicinissima al vantaggio grazie ad un guizzo di Sanchez al 75′ minuto.

All’81’ Eriksen sfiora la doppietta con un destro da pochi metri che viene neutralizzato da Ospina con una grandissima parata.

L’Inter continua a spingere ma non riesce mai a concretizzare.

Sarà JuveNapoli la finale di Coppa Italia che si giocherà sabato 20 giugno.

 

 

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here