5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Una Lazio a velocità ridotta perde col Celtic malgrado un ottima partenza. Capitolini che dominano per mezz’ora di gioco portandosi in vantaggio con Immobile, poi si spegne la lampadina. Gli scozzesi pareggiano con Forrest e passano allo scadere con Ntcham. La qualificazione ora è appesa ad un filo.

 

La gara:

I biancocelesti sbloccano subito il match con il solito Immobile che fa 101. Sugli sviluppi di un corner la palla finisce tra i piedi di Lazzari che crossa trovando Caicedo che spizza sul secondo palo dove il più lesto è Immobile che insacca di testa. Tra il minuto 20′ ed il 25′ gli aquilotti si divorano due occasioni da gol. Da quel momento cala di intensità la squadra di Inzaghi. Il Celtic trova il pari al 38′ quando Milinkovic commette un errore in uscita, il pallone arriva a Forrest che con un grande diagonale a mezza altezza mette in rete. Dopo due minuti di recupero Stieler manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo altalenante. Parte meglio il Celtic che crea una mischia su calcio d’angolo: la Lazio soffre ma sale in cattedra con l’ingresso di Luis Alberto al 60′. L’arbitro nega un rigore: tiro di Immobile fermato col braccio da Julien. Due grosse parate del portiere del Celtic Forster, un palo di Luis Alberto direttamente da calcio d’angolo, qualche scelta errata nelle conclusioni di Berisha, subentrato a Vavro al minuto 81′, Immobile e Milinkovic non permettono alla squadra di casa di fare bottino pieno. Edouard si mangia un gol colossale per il Celtic e la beffa arriva al 95′ quando un errore di Berisha permette a Ntcham, smarcato da Edouard, di battere Strakosha.

LazioCeltic 1-2 e biancocelesti quasi fuori dall’Europa League.

di Emanuele Di Lorenzo

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here