MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nella grande vittoria per i Charlotte Hornets contro i Sacramento Kings, splendida la prova di Monk con 23 punti e 10 rimbalzi, Zeller con 17 punti, Williams con 16 punti e Graham con 15 punti.

Si ferma la corsa dei Los Angeles Lakers che cadono contro gli Indiana Pacers, ottima prova di Sabonis, che permettono grazie anche ai suoi 26 punti, di stendere la capolista di 3 punti.

Assente Anthony Davis e si sente eccome, mentre LeBron James e il veterano Dwight Howard con i loro 20 punti a testa, non bastano perché i gialloviola escono sconfitti.

Dopo un passo falso nell’ultima giornata torna a vincere New York Knicks, reduce da una strisce di sconfitte enorme ma che dopo il cambio di coach aveva iniziato con una serie di due vittorie consecutive, fino all’ultima sconfitta.

Ad uscire sconfitti dai Knicks sono gli Atlanta Hawks, sotto i colpi di Barrett 27 punti, Morris e Robinson 22 punti, non bastano i 42 punti di uno spaziale Young.

Vincono all’overtime i Brooklyn Nets contro i New Orleans Pelicans, mattatori della gara Dinwiddie con 31 punti e Harris con 24 punti, nei Pelicans solo 2 punti per il nostro Nicolò Melli che ha però giocato pochissimo.

I grandi Bogdanovic e Mitchell, entrambi con 30 punti e Ingles con 26 punti danno la splendida vittoria a Utah Jazz contro gli Orlando Magic, non bastano i 22 di Augustin e i 19 di Fournier.

I Los Angeles Clippers, approfittano della sconfitta dei cugini dei Lakers, e battono, anzi distruggono i Phoenix Suns, con una super partita di Paul George con 24 punti e con i 20 punti del campione in carica con i Toronto dello scorso anno, Kawhi Leonard e di Williams, non è della partita Gallinari.

Edoardo Massetti

LEGGI ANCHEMondiale per Club, oggi il Liverpool per la finale

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here