5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

”E’ uno scudetto dal sapore forte”. Maurizio Sarri si gode il titolo di campione d’Italia conquistato con la Juventus. ”Questa squadra ha vinto tanto, rivincere è difficile. E’ stato un anno lunghissimo, durissimo, particolare.

Dopo 8 stagioni vincenti, trovare motivazioni per vincere ancora non è scontato”, dice il tecnico. ”Non si può arrivare in una società così vincente e pensare di cambiare subito ogni cosa. Sarebbe anche poco intelligente”, dice il tecnico ai microfoni di Sky Sport.

”Ai giocatori ho detto ‘se avete vinto con me che non ho vinto niente, siete forti’…”. ”Che difficoltà ho trovato? Difficoltà di carattere tattico, cercare di far convivere giocatori con determinate caratteristiche. In tutti gli spogliatoi in cui sono stato ad un certo punto c’è stato un confronto con i giocatori, mi pare sia assolutamente normale. Non era scontato farli giocare insieme, come si è visto negli anni scorsi. Ronaldo e Dybala sono fuoriclasse assoluti, ma per le loro caratteristiche non è semplice farli convivere. Alla fine, ce l’abbiamo fatta. Questa squadra ha ancora margini di miglioramento”, prosegue.

”La costante di tutti questi anni è la società. Il presidente è sempre vicino, soprattutto nei momenti difficili. I dirigenti sono sempre agli allenamenti, ci si può sempre confrontare”, dice ancora. Ora bisogna pensare alla Champions: ”Adesso arriva il bello e arriva anche il difficile, perché il livello Champions è superiore. E’ un torneo particolare, c’è chi arriva senza partite ufficiali e chi come noi ha giocato 14 partite in 40 giorni. Sarebbe importantissimo superare il turno con il Lione, poi può succedere di tutto. Per ora però non voglio pensarci, voglio godermi una notte di soddisfazione e voglio che se la godano anche i giocatori”.

JUVENTUS-SAMPDORIA 2-0

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here