Maritozzo con la panna
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Oggi, San Valentino, pubblichiamo un post della nostra pagina amica di Fatece caso, in cui viene spiegata in maniera ironica ma con dovizia di particolari, la storia del Maritozzo Romano, dalla nascita agli usi che i romani ne facevano, durante l’allora festa degli innamorati.

“Non sei romano se la domenica non fai colazione col maritozzo co’ la panna.
Ma forse non tutti sapete che er maritozzo ha origini antichissime e affonda le sue radici addirittura nell’antica Roma.
Gli ingredienti d’altronde erano semplici, ‘na pagnotta addolcita con miele e uva candita.

Oggi ar bar chiedete cornetti integrali, cornetti vegani, cornetti de soia, cornetti ar carbone, ma annate a fanculo va.
I romani hanno conquistato il mondo perché la mattina se magnavano i maritozzi.
Pure se non li chiamavano ancora maritozzi.

Il nome infatti nasce ner medioevo, durante la festa degli innamorati, che cadeva il primo venerdì de marzo (San Valentino ancora ‘n c’era).
In quel giorno i futuri mariti donavano alla promessa sposa il maritozzo appunto.
Una piccola pagnottella spaccata farcita co’ la panna.

Mo voi me chiederete: “e perché farcita co’ la panna?”
Ma perché all’epoca erano ignoranti, non come oggi ma quasi e sulla panna ce incidevano messaggi semplici d’amore tipo un cuore, un fiore, due cuori intrecciati.
D’altronde a legge’ non sapevano legge’ e scrive’ non sapevano scrive’, quindi l’amore lo annunciavano cor maritozzo.

A San Valentino dunque, che è prossimo, ditelo co’ ‘n maritozzo che coi fiori, lo dicono i vegani.”

Tratto dalla pagina Facebook di Fatece caso

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: LITIGA CON IL PROPRIO COMPAGNO, GLI STRAPPA I TESTICOLI A MORSI

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here