Russia e Ucraina: Zelenskyj afferma che “31.000 soldati ucraini sono morti” dall'inizio della guerra – BBC News in serbo

Belle foto

Dall’inizio dell’invasione russa, due anni fa, “31.000 soldati ucraini sono morti” e l’esercito russo ha “perso sei volte di più”, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj.

“Non sono 300.000 o 150.000 uccisi, (Vladimir) Putin sta mentendo… ma, comunque, è una grande perdita per noi”, ha detto Zelenskyj.

Ha detto che non dirà il numero delle vittime perché ciò aiuterebbe la Russia a sviluppare piani militari.

L'Ucraina non pubblica dati sulle sue perdite militari dalla fine del 2022, quando il consigliere di Zelenskyj, Mykhailo Podoliak, dichiarò che 13.000 soldati ucraini erano stati uccisi dall'inizio della guerra, il 24 febbraio 2022.

Da settembre 2022, la Russia non ha annunciato il numero dei suoi soldati morti.

Le informazioni di Zelenskyj sono discutibili.

Yevgeny Prigozhin, il capo di una forza mercenaria russa morto in un incidente aereo, ha detto che circa 50.000 soldati ucraini sono morti nella sanguinosa battaglia dello scorso anno per Baghmut nell'Ucraina orientale, tra i cinquanta ei settanta. Sono rimasti feriti un migliaio di soldati delle forze armate, la forza dell'Ucraina, Lo ha riferito poi la Reuters.

Prigogine in seguito affermò che il suo mercenario era Wagner Ha subito una grande perdita – Circa 20.000 combattenti.

Poco prima che la guerra entrasse nel suo terzo anno, la Russia conquistò Avdeivka, un’altra città strategicamente importante nell’Ucraina orientale.

La battaglia per Avtejevka, una città industriale con una vasta rete di tunnel, infuria da mesi e gli osservatori dicono che migliaia di soldati di entrambe le parti hanno perso la vita.

In condizioni di guerra, questi rapporti e numeri non possono essere confermati in modo indipendente.

READ  Molte persone ignorano questi sintomi e li confondono con il raffreddore (foto).

Il nuovo comandante dell'esercito ucraino, il generale Oleksandr Chirsky, ha affermato di aver ordinato il ritiro delle truppe da Avdevka per salvare vite umane.

Lo hanno riferito alla BBC i soldati ucraini L'ordine di ritiro è arrivato troppo tardi E Avdejevka testimonia le pesanti perdite.

“Putin non mi chiama, non ha il cellulare”

“Non ha il cellulare, come può chiamarmi? E non uso il telegrafo dal 1917. Non mi chiamerà, non vuole che questa guerra finisca”, Zelenskyj ha risposto alla domanda di un giornalista se avrebbe risposto al telefono se Putin lo avesse chiamato.

Rispondendo ad un'altra domanda – l'Ucraina sta perdendo questa guerra ed è ora di parlare con Putin, ha risposto: “Puoi parlare con una persona sorda? Puoi parlare con qualcuno che uccide i nemici?”.

Ha detto che la parte ucraina fornirà “una piattaforma in cui lui (Putin) potrà ammettere di aver perso questa guerra e che è stato un grosso errore”.

“L'Ucraina perderà questa guerra? Sono sicuro di no.

“Due anni fa, il 24 febbraio, è stato molto difficile. Non c'è alcuna possibilità che perderemo. Se perdiamo, non esisteremo. Pertanto, una tale fine della lotta per le nostre vite certamente non ci si addice”, ha detto Zelenskyj.

“La metà degli aiuti occidentali non arriveranno più”

La dichiarazione di Zelenskyj sulla perdita di vite umane dei soldati ucraini è arrivata dopo che il ministro della Difesa ha affermato che metà di tutti gli aiuti occidentali all'Ucraina sono stati ritardati, il che, secondo lui, sta costando vite umane e territorio.

“Al momento l'impegno (dell'Occidente) non è accompagnato da aiuti”, ha detto domenica Rustam Umerov in un discorso televisivo.

READ  Facebook continua a uccidere i messaggi perché "agli utenti non interessa".

Umerov ha affermato che la mancanza di armi e munizioni mette l'Ucraina in uno svantaggio ancora maggiore “nella matematica della guerra”.

“Stiamo facendo tutto il possibile e l'impossibile, ma i tagli alle forniture ci colpiscono”, ha detto.

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius aveva avvertito a novembre che il piano di consegnare un milione di proiettili di artiglieria entro marzo non sarebbe stato rispettato.

A gennaio, l’Unione Europea (UE) ha annunciato che oltre la metà di questi fondi sarebbe arrivata all’Ucraina entro la scadenza e che l’intero importo promesso non sarebbe stato trasferito fino alla fine del 2024.

L'alto rappresentante dell'UE per la politica estera e la sicurezza, Joseph Borelj, ha attribuito la colpa alla mancanza di capacità produttiva, ma il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che gli alleati stanno aumentando la produzione.

Kiev ha spesso criticato i suoi alleati occidentali per non aver fornito abbastanza armi, munizioni ed equipaggiamento militare per resistere alla Russia.

Zelenskyj ha affermato che la controffensiva ucraina è stata ritardata l’anno scorso proprio a causa della mancanza di armi.

Quella controffensiva, quando iniziò, non portò risultati a Kiev.

Zelenskyj ha in parte attribuito la perdita di Avdezhevka all’indebolimento del sostegno occidentale agli armamenti.

Il presidente degli Stati Uniti Joseph Biden ha accusato il Congresso di aver bloccato un pacchetto di aiuti militari da 60 miliardi di dollari all’Ucraina, portando alla caduta di Avdevka.

Da Bruxelles, hanno detto, Kiev ha dato 160 miliardi di aiuti in due anni.

Anche gli aiuti statunitensi si misurano in decine di miliardi di dollari.

Il primo ministro ucraino rimane ottimista nonostante i ritardi nella fornitura di nuovi aiuti.

READ  Un utero e una gravidanza | Yumama

“Siamo profondamente fiduciosi che gli Stati Uniti non lasceranno l'Ucraina in termini di aiuti finanziari, militari e di armi”, ha detto domenica Denis Shmiyal.

I leader occidentali hanno espresso solidarietà all’Ucraina sabato a Kiev, in occasione del secondo anno dall’inizio della guerra.

Tutti hanno detto che sarebbero rimasti con l’Ucraina.

Funzionari occidentali affermano che non solo l’Ucraina sta lottando con i mezzi per continuare la guerra, ma anche la Russia.

Dicono che anche la Russia ha problemi a fornire munizioni e armi sufficienti.

“La capacità della produzione nazionale di munizioni russa è attualmente insufficiente per soddisfare le esigenze del conflitto ucraino”, afferma. Un funzionario occidentale senza nome.

Nel frattempo, il capo dei servizi di sicurezza ucraini ha dichiarato domenica che l'anno scorso sono state scoperte 47 reti di spionaggio russe operanti in Ucraina.

Vasil Manyuk ha aggiunto che dall'inizio dell'invasione russa sono stati arrestati più di 2.000 sospetti “traditori”.


Seguici Facebook,Twitter Sono Weberu. Se abbiamo suggerimenti, fatecelo sapere bbcnasrpskom@bbc.co.uk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *