Rula Jebreal
5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Rula Jebreal non sarà l’assistente di Amadeus nella conduzione del festival di Sanremo 2020.

Chi è Rula Jebreal?

Giornalista palestinese naturalizzata italiana, consigliera del presidente francese Macron per il gender gap, analista di politica estera. Nota al pubblico tv dagli inizi a La7 all’Annozero di Michele Santoro (2006), autrice di romanzi, impegnata in campagne sui diritti umani. Insomma un profilo di alto spessore.

Sarebbe davvero il profilo più indicato per annunciare il cantante successivo, magari su tacchi vertiginosi e scollatura profonda? Perchè da che mi ricordi il ruolo che poteva essere suo, quello prevede. Non mi ricordo la Cuccarini o la Ferilli affrontare problemi di integrazione o di geopolitica, né mi ricordo all’interno del festival tematiche che non riguardassero la musica leggera italiana.

Forse quest’anno le aspettative sul festival potevano essere diverse e si doveva convincere il pubblico della conzonetta ad affrontare una settimana di sermoni e comizi. Così invece delle solite polemiche sui più bravi e i vincitori, avremmo affrontato le discussioni tipiche dei social media.

Ma io non credo, e non lo crede neppure la Rai che per “ragioni di opportunità” ha preferito annullare l’invito alla giornalista.

Stasera, durante l’estrazione della Lotteria Italia, Amadeus renderà noti al pubblico i 22 big che saranno all’Ariston dal 4 al 9 febbraio (in realtà senza sorpresa visto che aveva svelato, con annessa polemica stampa, la lista ufficiale in esclusiva a Repubblica). Invece la conferenza stampa del 14 gennaio svelerà il cast fisso scelto dalla Rai.

La Polemica

Davide Faraone, presidente dei senatori di Italia Viva, ha annunciato di portare il caso in vigilanza Rai denunciando pubblicamente:

“un’autentica discriminazione di Stato”

e definendo “semplicemente vergognoso” il caso della Rai che si sarebbe piegata al “diktat di Salvini“:

“per non dare spazio ad una ‘nuova italiana’ di successo”.

ma non è il solo:

Gianfranco Librandi, sempre Italia Viva: “invito la Rai a ripensare all’esclusione”

Laura Boldrini (Pd): “Il servizio pubblico deve valutare le competenze di una persona non piegarsi alla prepotenza di chi la insulta”

Giorgio Mulè capogruppo di Forza Italia ha parlato di “inizio ufficiale del festival del ridicolo”

Le Sardine

Non hanno perso l’occasione di dire la loro

Stephen Ogongo, uno dei portavoce del movimento anti-Salvini ha scritto: “La Rai si è piegata alla pressione dei sovranisti e razzisti potenti e rumorosi e perso l’occasione di dare spazio alla diversità, alla voce in prima fila nella lotta contro il razzismo e le altre forme di discriminazioni, la violenza contro le donne le ingiustizie”

Salvini

In tanti hanno accostato il nome dell’ex ministro alla vicenda, facendo intendere o dichiarando pubblicamente che un suo “diktat” è stato la causa del ritiro dell’invito della Rai.

Salvini raggiunto a Faenza ai margini della campagna elettorale si è espresso:

“Ma con tutti i problemi che ho, mi occupo di Sanremo e delle conduttrici di Sanremo? Invitino chi vogliono, è l’ultima delle mie preoccupazioni onestamente”

Ed onestamente io mi chiedo se l’opposizione al governo in Italia sia mai stata così potente da influenzare la programmazione Rai. Ma al governo non ci sta il Pd?

Rula jebreal

ci pensa lei a smorzare i toni:

“Sono sotto choc. Certo in Rai c’è un brutto clima e gli attacchi sono partiti da persone vicine a Salvini. Trasmettono un’ immagine chiusa, vecchia dell’ Italia. Cosa vuol dire essere italiani? Avere tutti la pelle dello stesso colore e le stesse idee?”.

Le vallette del festival da sempre hanno presentato gli artisti, non salgono sul palco per esprimere idee.

Questo è quello che è successo intorno alla partecipazione di una giornalista impegnata, senza peli sulla lingua al festival di Sanremo. Pensate quello che potrebbe succedere dopo una puntata in cui si affrontino problemi legati a temi più importanti della musica leggera.

 

Le “ragioni di opportunità” della Rai, sono ora più comprensibili?

 

Leggi anche: La Crescita Economica: soluzione ai problemi o nemico da combattere? [parte prima]

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here