Rubavano veicoli di lusso in Europa, poi li ricostruivano e li vendevano in Serbia

Per ordine della Procura della Repubblica per la criminalità organizzata nel territorio delle città di Belgrado, Šabac, Novi Sad e Sremska Mitrovica, in collaborazione con gli agenti di polizia del Ministero degli Interni della RS, UKP e SBPOK, dopo diversi mesi di Nelle operazioni investigative di ieri e di oggi sono state private della libertà 11 persone e sono stati temporaneamente sequestrati anche un gran numero di motociclette nuove e di alta qualità. Veicoli e jeep di lusso sono stati temporaneamente sequestrati. I paesi dell’UE, dopo di che sono stati portati ai confini della Repubblica di Serbia,


Foto: RAS Serbia

Presumibilmente, questo gruppo ha modificato e poi alienato veicoli in garage – officine – “baracche” pre-protetti, attraverso i quali i membri e gli organizzatori del gruppo criminale organizzato hanno ottenuto benefici immobiliari illegali multimilionari.

Le persone private della libertà sono MT, BT, DM, IS, BT, RK, RT, BI, S.Đ, DJ e HT, cioè dall'inizio del 2020 sussistono motivi di sospetto nei confronti di questo gruppo criminale organizzato. 09.01. 2024 Atti di associazione per delinquere finalizzati all'occultamento, falsificazione di documenti, falsificazione di documenti e induzione a certificare contenuti non veritieri.

Durante la perquisizione delle case, degli appartamenti e delle officine degli organizzatori e dei membri del gruppo criminale organizzato sono state rinvenute e temporaneamente confiscate diverse decine di migliaia di euro, centinaia di migliaia di dinari, oggetti di valore e numerosi pezzi di ricambio per automobili. Un gran numero di documenti giustificativi falsificati per veicoli e targhe.

Gli organizzatori e i membri del gruppo criminale organizzato sono stati detenuti per 48 ore e, con una denuncia penale, sono stati portati presso l'ufficio del pubblico ministero per la criminalità organizzata, dove i sospettati vengono interrogati.

READ  Dusan Mantic non ha rilasciato commenti dopo i Campionati mondiali di pallanuoto

Maggiori informazioni tra breve…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *