Roth risponde ad Anna Brnabic: In Germania le liste elettorali non sono mai state organizzate – Politica

Michael Roth, capo della commissione per gli affari esteri del Bundestag tedesco, ha affermato che un'agenzia indipendente come l'ODIHR non ha mai confermato massicce frodi elettorali, la sistemazione organizzata delle liste elettorali e il trasporto di elettori fantasma in Germania.

“Cara Ana Branabic, hai ragione. La Germania non è perfetta. Grazie per avercelo ricordato”, ha detto Roth in risposta al commento del primo ministro serbo secondo cui il Bundestag tedesco non ha attuato una raccomandazione dell'ODIHR da più di 10 anni.

Ieri sera Brnabić era sul social network Iks Il Ministero degli Esteri tedesco ha risposto all'appello di Belgrado di attuare tutte le raccomandazioni del rapporto dell'ODIHR e ha risposto alla valutazione di Roth secondo cui le elezioni in Serbia non erano giuste o libere, insistendo sul fatto che il Bundestag non aveva attuato le raccomandazioni.

Nell'annuncio Brnabić si è rivolto contemporaneamente alla Germania e al Ministero degli Esteri Roth come “cari” e ha detto loro: “Invece di condividere ogni vostro pensiero sugli altri paesi e darvi la libertà di mantenere la parola data. Per gli altri, insieme ad altre istituzioni tedesche , non hai attuato le raccomandazioni dell'ODIHR nei tuoi confronti.” .

“Sembra che non abbiate implementato nulla dal 2017”, ha aggiunto Brnabić. Non è così che funziona una democrazia funzionante, gente!”

Prima di ciò, Roth aveva scritto in IX che “il rapporto dell'ODIHR ha pienamente confermato le massicce irregolarità e la manipolazione organizzata delle liste elettorali e lo scambio di elettori fantasma nelle ultime elezioni serbe”.

Egli ha anche valutato che “quelle elezioni non sono state né giuste né libere”, e si è rivolto al presidente della Serbia: “La democrazia che funziona così non funziona, signor Vucic”.

READ  Lo smartphone pieghevole più sottile sul mercato arriva in Europa, la seconda casa di Honor

Il Ministero degli Esteri tedesco ha annunciato ieri sera che il rapporto finale dell'Ufficio OSCE per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR) sulle elezioni in Serbia è chiaro e che ora è cruciale la sua piena attuazione da parte del governo. Tutte le raccomandazioni di quel documento.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *