5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Prima la violenza con spintoni e manate poi la sottrazione del materiale video realizzato. Scene di violenza sabato pomeriggio alla Romanina, quartiere periferico della capitale, dove due inviati de Le Iene sono stati aggrediti da alcuni esponenti del clan Casamonica.

La troupe del celebre programma di Italia Uno si trovava nel quartiere simbolo dei Casamonica per realizzare un servizio, quando è stata assalita da un gruppo di malviventi.

I due inviati de Le Iene si trovavano in strada con le telecamere per effettuare le registrazioni per un nuovo servizio proprio sull’operato del clan dei Casamonica. Nei giorni scorsi sui social network il video di un giovane minorenne appartenente alla famiglia, che si riprendeva con il telefonino a bordo di un’auto di grossa cilindrata, aveva fatto il giro del web, scatenando polemiche. La redazione della trasmissione aveva deciso di approfondire la questione, ma la presenza degli inviati non è passata inosservata dando il via all’aggressione.

Alcuni esponenti del clan – indispettiti dalle domande e dalla presenza dei giornalisti – si sono avvicinati alla troupe di Mediaset innescando lo scontro. Dopo un acceso diverbio, tra spintoni e manate, i malviventi hanno sottratto le videocamere agli inviati, sequestrando il materiale filmato fino a quel momento. I due inviati de Le Iene sono riusciti però a chiamare le forze dell’ordine, che sono intervenute sul posto, quando però le telecamere erano state restituite, prive però delle schede di memoria con le registrazioni effettuate dalla troupe.

Non è la prima volta che Le Iene si occupano del clan dei Casamonica documentando l’operato illegale della famiglia tra ville, soldi e abusi. Lo scorso anno la redazione aveva seguito da vicino l’abbattimento di numerose ville realizzate abusivamente a Roma e che aveva portato al sequestro di beni per oltre due milioni di euro. E non è neanche la prima volta che inviati e operatori vengono aggrediti con violenza e privati del materiale video realizzato. L’ultimo episodio è solo l’ultimo di una lunga serie che ha visto l’intervento della polizia.

Intervenuti sul posto dopo la chiamata degli inviati, gli agenti del commissariato Romanina hanno raccolto la denuncia degli inviati del programma di Italia Uno ma non sono riusciti a identificare gli aggressori. Secondo indiscrezioni, però, gli autori della violenza ai danni delle due Iene sarebbero gli stessi che, nel 2018, aggredirono alcuni cronisti della redazione del programma “Nemo”. A far insospettire sarebbe la stessa dinamica intimidatoria fatta di violenza e sottrazione del materiale video realizzato.

LEGGI ANCHE: IL NUOVO DPCM ANTICOVID

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here