MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Un caos terrificante è stato scatenato all’ospedale militare del Celio a Roma da tre nigeriani.

Più precisamente si tratta di due donne e un uomo che erano ricoverati da qualche giorno perché positivi al coronavirus: pretendevano di essere dimessi prima del tempo e al rifiuto dei sanitari hanno risposto con una violenza inaudita, che è valsa una buona mezz’ora di terrore all’interno del nosocomio.

Stando alle indiscrezioni dell’Adnkronos, i tre nigeriani hanno prima dato in escandescenze e poi hanno aggredito ufficiali e sanitari, anche a morsi, dopo aver ribaltato scrivanie, mobili e letti e creato il caos nell’intero reparto. Addirittura sono riusciti a strappare la tuta anti-Covid a un giovane ufficiale durante il tentativo di fuga, mentre non è confermata l’indiscrezione secondo cui avrebbero anche tentato di farsi scudo con un ragazzo bengalese di 16 anni che è ricoverato nella struttura e prossimo alle dimissioni perché negativizzato al virus.

Solo con l’intervento delle forze dell’ordine la situazione è tornata sotto controllo, ma resta la mezz’ora di panico per un gesto inspiegabile.

LEGGI ANCHE: OSTIA, TRE DONNE HANNO PROVATO A RAPIRE MIA FIGLIA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here