MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Un tassista di 46 anni è stato arrestato questa mattina dai carabinieri, su disposizione del gip di Roma, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due donne. La misura cautelare degli arresti domiciliari rappresenta l’esito di un’attività investigativa che ha permesso ai militari della stazione dei carabinieri Monte Mario di ricostruire due episodi, avvenuti ad aprile 2017 e gennaio 2020, che vedono vittime rispettivamente una ragazza statunitense e una donna italiana.

Nel primo episodio, il 46enne, sfruttando la propria professione di tassista, dopo aver prelevato una 20enne americana e averla fatta accomodare sul sedile posteriore dell’autovettura, l’avrebbe palpeggiata sedendosi dietro accanto a lei. Non riuscendo ad andare oltre solo a causa della forte opposizione della giovane, l’uomo avrebbe desistito. Nel secondo, il tassista avrebbe invece abusato di una 34enne romana, dopo averla accompagnata a casa, dicendole che faceva parte di un servizio della compagnia farlo, mentre era completamente incosciente a causa dell’eccessivo consumo di bevande alcoliche.

Una volta nell’appartemento ha abusato di lei. Qualche giorno dopo lo stesso tassista ha contattato la vittima con l’intento di rivederla, informandola che i due avevano avuto un rapporto sessuale la sera precedente. I carabinieri hanno quindi cominciato a lavorare, risalendo alla sua identità grazie al numero di cellulare. Hanno quindi ricontattato la statunitense che aveva sporto denuncia nel 2017 alla polizia, mostrandole le foto dell’uomo. La giovane lo ha riconosciuto, motivo per cui è accusato di entrambe le violenze.

L’uomo adesso è sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

LEGGI ANCHE: FESTINI HARD CON DROGA E MINORENNI, ARRESTI A MILANO

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here