5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

La visita del presidente cinese Xi Jin Ping a Roma, che ha bloccato la città per diversi giorni, ha lasciato in regalo ai cittadini romani una sorpresa che non a tutti farà piacere.
Il centro storico, e più in generale le zone in cui si concentra la movida notturna, sarà sorvegliato minuziosamente da telecamere di sicurezza fornite dal colosso dell’informatica cinese Huawei.

Lo ha annunciato la stessa sindaca Raggi, durante la presentazione del gp romano di Formula E definendo Roma una città “sempre più smart”. Cosa prevede questa sorveglianza? Due zone come San Lorenzo e Piazza Vittorio, ad esempio, saranno tenute sotto stretta osservazione h 24 dalle forze dell’ordine, con le quali le nuove telecamere della Huawei saranno collegate. E Non solo. Secondo quanto riportano le notizie sull’argomento, se nel raggio della telecamera dovessero transitare persone con precedenti penali, tramite il riconoscimento facciale le forze dell’ordine potranno intervenire con una tempestività maggiore se non, addirittura, anticipare il reato.
Uno scenario da Minority Report, per chi ricorda il film con Tom Cruise, accentuato dalle tante notizie che in questi mesi si sono rincorse a proposito della Huawei.

Che intorno alla tecnologia 5G – reti ultra veloci utili per le comunicazioni, per la guida autonoma e per l’internet delle cose – si stia sviluppando una sorta di guerra fredda tra Usa e Cina è cosa ormai nota, come è noto il coinvolgimento proprio della Huawei in storie di spionaggio e controspionaggio. Gli Stati Uniti sospettano che, tramite gli apparecchi del colosso tecnologico cinese, il governo di Pechino possa infiltrarsi nelle comunicazioni e controllare anche i paese al di fuori della propria sfera di influenza.

L’arresto da parte delle autorità canadesi della figlia del fondatore di Huawei, Meng Wanzhou, su segnalazione della polizia statunitense, si inserisce proprio in questo quadro.
Di certo, l’installazione di queste nuove telecamere di sicurezza a Roma potrà rassicurare la maggior parte delle persone ma, alle più attente e curiose, non sfuggirà quel senso di iper controllo e quella sensazione da Grande Fratello alla quale, senza troppe opposizioni, ci stiamo continuando ad avvicinare.

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here