MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Era stato assunto da appena un mese come netturbino dall’Ama, l’azienda che gestisce la raccolta, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a Roma. Ma il suo periodo di prova non è finito bene: la polizia lo ha sorpreso mentre spacciava stupefacenti accanto al furgone, in orario di lavoro. L’esperienza lavorativa si è conclusa così. La direzione delle Risorse umane ha avviato la contestazione disciplinare e l’aspirante netturbino sarà sicuramente licenziato.

Netturbino in prova spaccia mentre lavora

Secondo quanto riferito dal Messaggero, l’uomo, che aveva precedenti penali, era stato assunto a ottobre ed era in periodo di prova. Figlio di una dipendente dell’azienda, aveva trovato posto grazie alle «esperienze pregresse» — immaginiamo non fossero quelle legate al mondo dello spaccio — maturate nell’ex cooperativa 29 giugno, dove l’ex nettrubino lavorava come spazzino. Con tale curriculum era riuscito a passare le selezioni dell’Ama da inizio anno e terminate poco dopo l’estate, con la firma del contratto per 150 operatori. Nelle prime quattro settimane di prova tutto sembrava andare per il meglio. Ma tra una ramazzata e un bidone svuotato, il nostro netturbino aveva tempo di curare ben altri affari. Finché non è stato beccato con le mani nel sacco (non della spazzatura) a Tor Pagnotta, dove la polizia lo ha colto sul fatto, in orario lavorativo. L’uomo avrà il processo per direttissima in settimana.

LA VARIANTE OMICRON È IN ITALIA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here