5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Si sono riversati in strada, davanti l’Ambasciata della Nigeria. Prima decine, poi un numero superiore a 100 unità. Tanti sono stati manifestanti che hanno fatto sentire la loro voce a Roma, per manifestare contro le violenze della polizia in Nigeria.

E così sotto i cartelloni con le scritte ‘#EndPoliceBrutality in Nigeria‘ del sit-in autorizzato, si sono radunati tanti africani che vivono nella Capitale. Una protesta pacifica tra via Orazio e via Cassiodoro, sotto l’occhio della polizia in assetto antisommossa e i carabinieri.

Tra i blindati delle forze dell’ordine che chiudevano la strada, è però balzato all’occhio imponente assembramento testimoniato dalle immagini scattate da diversi residenti e le decine di persone che avevano la mascherina abbassata. Il tutto in barba agli ultimi divieti in merito all’emergenza Coronavirus.

Prima erano qualche decina, poi tra le 12:30 e le 13:30 i manifestanti sono aumentati di numero. E’ stato impossibile per le Forze dell’Ordine garantire il distanziamento sociale. Sebbene la maggioranza indossasse le mascherine alcuni manifestanti non la portavano oppure ce l’avevano abbassata. La protesta è stata vivace ma pacifica” racconta a RomaToday Riccardo Oliveri, residente di Prati, che ha immortalato la protesta con alcuni scatti.

Secondo quanto si apprende da fonti della Questura, una delegazione di manifestanti è stata accolta all’interno dell’Ambasciata. Non si sono verificati disordini con le forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE: IL NUOVO DPCM ANTICOVID

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here