MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Un peruviano di 23 anni è stato arrestato dai carabinieri di Riccione con l’accusa di aver violentato la cugina di 12 anni, rimasta incinta. I militari hanno rintracciato il giovane a Firenze e dato esecuzione a un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dal sostituto procuratore Davide Ercolani, con le accuse di atti sessuali con minori e di violenza sessuale aggravata.

L’inchiesta era scattata il 4 novembre, racconta il “Resto del Carlino”, quando una coppia di genitori peruviani aveva chiesto aiuto alle forze dell’ordine dopo aver scoperto che la figlia 12enne era all’ottavo mese di gravidanza: l’ospedale di Riccione aveva confermato la condizione della ragazzina.

La 12enne avrebbe raccontato di aver avuto con il cugino una relazione. Approfittando delle occasioni in cui era da solo con lei, l’uomo avrebbe avuto rapporti sessuali completi. Dopo le prime indagini, i carabinieri hanno anche accertato che lo stesso 23enne aveva anche tentato di violentare un’altra ragazzina, cugina della vittima e della stessa età, ma sembra che questa sia sempre riuscita a sottrarsi agli “approcci” del giovane.

MALTEMPO IN SARDEGNA, FRANE E ALLAGAMENTI NEL NUORESE: TRE MORTI

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here