MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Il Governo dimentica gli sfrattati, niente sospensione degli sfratti.

“3,2 milioni di famiglie in affitto, niente contributo affitto straordinario da erogare direttamente senza bandi, morosità  in arrivo.
Il governo considera i precari della casa cittadini di serie b, così come i partiti di maggioranza e di minoranza, visto che nessuno pone la questione della tutela dei precari della casa.”
Prendiamo atto ma non staremo zitti.”

E’ quanto dichiarano dall’Unione Inquilini.

“Per quanto mi riguarda non scriverò  ne proporrò  alcun emendamento al decreto legge .
120 articoli e neanche un comma, una riga, un euro per i precari della casa se deve andare cosi prendetevene la responsabilità.
Non scrivere nulla oggi significa semplicemente che anche ci fosse un emendamento approvato vedrebbe luce tra due mesi a tempo scaduto.”

UNIONE INQUILINI ROMA: DOPO LA MOZIONE FASSINA LA SINDACA SOSPENDA GLI SFRATTI, SUBITO!

Gli accorati appelli per la sospensione degli sfratti lanciati da due settimane dal nostro sindacato sono stati ascoltati dal Consigliere Stefano Fassina che ha presentato una mozione in Campidoglio, ieri approvata, e che impegna la Sindaca a provvedere.

Se in questi giorni infatti i cittadini romani stanno dimostrando grande responsabilità nell’affrontare l’emergenza sanitaria dettata dalla pandemia del Covid-19, non possiamo dire lo stesso della Prefetta Pantalone e della Sindaca Virginia Raggi che ancora non hanno sospeso gli sfratti.

Le richiamiamo con forza alle loro funzioni in quanto responsabili della tutela della salute ai sensi della legge 833/1978 di riforma della sanità.

Dopo Milano, Mantova, I comuni della Toscana, Padova, Lucca e Torino anche Roma deve provvedere alla sospensione degli sfratti che investe nella capitale circa 8 famiglie ogni giorno. Non ci bastano le disposizioni della Presidenza della Corte di Appello di Roma che demanda agli ufficiali giudiziari la discrezionalità del rinvio dell’esecuzione fino al 3 aprile a tutela della salute dei funzionari. Sindaca e Prefetta forse che le famiglie in disagio abitativo non hanno diritto alla stessa tutela?

Se chi amministra la capitale d’Italia non ottempera a una così scontata misura per preservare i propri cittadini, come potrà affrontare la sfida vera che ci spetta dopo il #iorestoincasa? Quando dovremo poi ripartire e uscire dai nostri alloggi, per chi casa ce l’ha o la potrà ancora avere, scoprendo una disoccupazione e un deterioramento del tessuto sociale.

Potremo contare su una classe dirigente in grado di trovare soluzioni adeguate di sostegno per le famiglie? Oppure dovremo ancora sentirci dire con insolente superficialità: “È tutto bello bellissimo?”

LEGGI ANCHE: IL PAPA A PIEDI PER LE STRADE DI ROMA

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here