Italian Police officers guard the perimeter of the prison in Prato, in Tuscany, due to a detenees protest, Prato, Italy, 9 MArch 2020. Violent protests broke out on the day in 27 Italian prisons against the novel coronavirus restrictions affecting the country with many inmates asking for an amnesty due to the virus emergency. Serious riots are taking place at San Vittore in Milan and Rebibbia in Rome where, as well as burning mattresses, some inmates attacked the infirmaries, media reported. ANSA/CLAUDIO GIOVANINI
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Ha staccato il dito di un agente della polizia penitenziaria con un morso e “forse se lo è mangiato”. È quanto ha fatto il boss di Cosa Nostra Giuseppe Fanara il 17 giugno scorso nel carcere di Rebibbia, dove da nove anni è detenuto in regime di 41-bis. Un gesto per il quale ora gli è stata notificata una nuova misura cautelare per i reati di lesioni aggravate, lesioni gravissime e resistenza, come riferisce Il Messaggero. L’uomo, 60 anni e una condanna all’ergastolo, è stato uno degli esponenti di Cosa Nostra più temuti in Sicilia.

Secondo quanto ricostruito, quel giorno Fanara ha dato in escandescenze al termine di un controllo nella sua cella e si è avventato su sette poliziotti della penitenziaria, aggredendoli. Prima ha afferrato per il collo uno degli agenti e, buttandolo a terra, ha intrapreso una lotta con lui, sferrandogli un pugno al volto. Poi, al culmine della rissa, lo ha morso, staccandogli il mignolo della mano destra, che non è stato più ritrovato: per questo gli inquirenti sostengono che lo abbia inghiottito. Infine si è avventato sugli altri sei poliziotti, intervenuti in difesa del collega.

Ci sono volute due ore per calmare il boss, che ha usato anche il bastone di una scopa come arma. “Io a voi vi sgozzo come maiali“, avrebbe urlato a più riprese nei confronti degli agenti che, alla fine, sono riusciti a immobilizzarlo e disarmarlo. Dopo questo episodio si è deciso di trasferire il detenuto da Rebibbia al carcere di massima sicurezza di Sassari.

LEGGI ANCHE: CESARE BATTISTI “INIZIO LO SCIOPERO DELLA FAME”

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here