Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Il piccione, appartenuto a un pescatore pakistano, volato sul territorio conteso tra Pakistan e India, era stato catturato da cittadini indiani.

Gli abitanti locali si erano insospettiti per una serie di numeri scritti sulle zampe del piccione, considerandoli un messaggio in codice destinato ai combattenti islamisti filo-pakistani che operano nel territorio conteso. Il proprietario invece ha sempre affermato che il suo piccione partecipava ad una gara e le cifre erano il numero del suo cellulare da chiamare in caso di smarrimento.

Ora la polizia ha liberato il piccione, in custodia cautelare dall’ottobre del 2016, prosciogliendolo dall’accusa di spionaggio perché il fatto non sussiste.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, da oggi arriva sui cellulari la app Immuni: sarà scaricabile da tutti

Gilet arancioni, denunciato il Gen. Pappalardo

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here