Prime reazioni di ProGlas e opposizione all'imposizione della data elettorale di Vučić a Belgrado: il miglior studente di giurisprudenza tornerà a studiare giurisprudenza – Politica

Non sono vere le parole del presidente serbo secondo cui le affermazioni del partito d'opposizione riguardo alla scadenza delle elezioni non sono legali. Le elezioni del 2 giugno a Belgrado saranno completamente illegali, e nello stesso giorno si terranno tutte le altre prossime elezioni locali in Serbia, ha dichiarato il professor Miodrak Jovanovic della Facoltà di giurisprudenza, commentando le date annunciate. Elezioni di Belgrado.

Lo ha detto oggi il presidente serbo Aleksandar Vucic Le elezioni a Belgrado si terranno solo il 28 aprile o il 5 maggio A Pasqua, Ignorando la verità Secondo la legge sull'autogoverno locale, il presidente dell'Assemblea nazionale ha un mese di tempo per condurre le elezioni. Il termine scadeva dal 3 aprile, quando non era ancora stata costituita l'Assemblea comunale di Belgrado.

Secondo Jovanovic, in Serbia in diversi comuni dove dopo il 2 giugno si terranno le elezioni locali regolari.

– Ma ha costretto i suoi sindaci a dimettersi, affinché le elezioni si terranno il 17 dicembre, con buona volontà politica o imposta, lo farà, e tutte le elezioni si terranno il 2 giugno – ha detto. Jovanovic dopo la firma Accordo per le libere elezioni Firmato dai rappresentanti di ProGlas e dell'opposizione, dalla lista SPN e dall'alleanza NADA.

Secondo le sue dichiarazioni, il documento non menziona la data delle elezioni perché i firmatari ritengono che l'essenziale sia soddisfare le condizioni delle elezioni democratiche.

La rappresentante dell'SPN Marinika Tepić ha ricordato all'eccellente studentessa di giurisprudenza di studiare nuovamente diritto.

Lui ha detto che il termine di 30 giorni per l'annuncio delle elezioni decorrerà dal 4 marzo, poiché a quel tempo la legislatura di Belgrado non era ancora stata costituita.

READ  Come cambiare il tuo indirizzo Gmail senza bisogno di un nuovo account

– Il fatto che voglia annunciarli volontariamente nei prossimi 11, 12, 13 giorni non è l'ultimo termine secondo la legge. Quindi un sedicente studente di giurisprudenza farebbe bene a studiare di nuovo legge. Può dichiararli entro 30 giorni, il termine ultimo per il mantenimento è il 2 giugno – ha detto.
Il leader del POKS Vojislav Mihailović, uno dei leader della coalizione NADA, ha affermato che le dichiarazioni di Vučić sui dettagli delle elezioni erano una manipolazione delle date.
L'ultima data non è il 28 aprile o il 13 maggio ma il 2 giugno. C'è ancora tempo per completare gli esami. Quando diciamo che non saremo d’accordo, intendiamo che faremo tutto nel rispetto del quadro giuridico, utilizzando tutte le nostre forze, sia in Parlamento che nelle strade. Non chiedeteci come oggi, ma faremo tutto – ha concluso Mihailović.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *