MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

DOPO IL TRIONFO AL BOTTEGHINO DEL 2021, DEBUTTA AL TEATRO OLIMPICO DI ROMA DA MARTEDÌ 18 OTTOBRE A DOMENICA 23 OTTOBRE

SCRITTO DA GARRY MARSHALL & J.F. LAWTON
CON MUSICHE E TESTI DI BRYAN ADAMS & JIM VALLANCE
TRADUZIONE, ADATTAMENTO E VERSI ITALIANI DI FRANCO TRAVAGLIO

Basato sul film della Touchstone Pictures scritto da J.F.Lawton presentato in accordo con Music Theatre International: www.mtishows.eu

(In foto di copertina da sx: Lorenzo Tognocchi, Thomas Santu, Gabriele Foschi sostituito da in queste date da Andrea Verzicco, in alto Cristian Ruiz)

Dopo l’acclamata rappresentazione al Teatro Nazionale CheBanca!, che ha visto PRETTY WOMAN IL MUSICAL trionfare come spettacolo teatrale con il maggior successo al botteghino in Italia nel corso del 2021, lo spettacolo debutta a Roma, in scena al Teatro Olimpico da martedì 18 ottobre a domenica 23 ottobre.
Stage Entertainment in collaborazione con Italiana Assicurazioni, Compagnia con oltre 8.600 Collaboratori assicurativi su tutto il territorio italiano, è lieta di annunciare le date del tour nei principali teatri italiani da ottobre 2022 ad aprile 2023.
Scritto in coppia da Garry Marshall e Jonathan F. Lawton, rispettivamente leggendario regista e sceneggiatore originale della pellicola, Pretty Woman il musical si avvale di una colonna sonora unica, che unisce canzoni pop e romantiche composte da due autori d’eccellenza – Bryan Adamse Jim Vallance – e rende protagoniste le sonorità anni ‘80 con brani eseguiti dal vivo da una band di sei elementi in stile pop/rock. In questo allestimento tutto italiano la musica rimane quella originale scritta dallo stesso Bryan Adams, senza alcun elemento di modifica, a partire dalla presenza dell’indimenticabile successo mondiale del 1964 “Oh, Pretty Woman” di Roy Orbison. Lo spettacolo italiano vede inoltre la traduzione, l’adattamento e i versi di Franco Travaglio e la partecipazione di Beatrice Baldaccini,Thomas Santu, Giulia Fabbri, Andrea Verzicco, Cristian Ruiz e Lorenzo Tognocchi.
La musica accompagna coerentemente la recitazione e il susseguirsi delle scene. L’adattamento teatrale mantiene l’impianto narrativo del successo cinematografico – premiato nel 1991 con un Golden Globe per la migliore attrice – e ripercorre fedelmente i momenti della storia d’amore di Vivian ed Edward.
La tematica sentimentale, che ha conquistato generazioni di sognatori e sognatrici, viene affiancata da narrazioni e temi sempre attuali. La rivalsa di una donna alla ricerca di sé e della sua dignità, il superamento delle apparenze e dei preconcetti e la forza dei sentimenti che hanno la meglio su fama e denaro vanno a comporre un inno alla libertà, una storia trasversale in grado di superare differenze sociali e anagrafiche.
La regista Carline Brouwer ha dichiarato: “Daremo a Pretty Woman la nostra impronta personale e faremo di Vivian una donna forte e stimolante per tutti gli spettatori. Sogniamo che lei possa cambiare un po’ la tua vita e che quando tornerai a casa farai quel passo che avresti sempre voluto ma che non hai mai osato fare.
Nell’agosto del 2018 il musical ha celebrato la sua prima mondiale a Broadway registrando il tutto esaurito.

“C’è da dire che il musical è molto fedele al film. L’adattamento italiano, di Franco Travaglio, ha restituito nella traduzione tutti i dialoghi e i principali appuntamenti della trama che gli appassionati aspettano trepidanti. Nella trasposizione dal film al musical ci sono delle piccole differenze per rendere alcune scene più accattivanti: ad esempio il signor Thompson, direttore dell’hotel, non insegna a Vivian come usare le posate prima della cena con Edward, ma le dà lezioni di ballo perché possa danzare come una vera signora. Il personaggio di Happy Man che nel film compare solo all’inizio e alla fine, nel musical ha un ruolo più ampio, quasi una “fata madrina” per il destino della coppia. Ma contateci, ritroverete tutti i personaggi e le scene del film.” Ci racconta Altea Russo, regista residente, che ha curato molti dettagli per la messa in scena italiana.

DOPO IL TRIONFO AL BOTTEGHINO DEL 2021, DEBUTTA AL TEATRO OLIMPICO DI ROMA DA MARTEDÌ 18 A DOMENICA 23 OTTOBRE 2022, SCRITTO DA GARRY MARSHALL & J.F. LAWTON CON MUSICHE E TESTI DI BRYAN ADAMS & JIM VALLANCE TRADUZIONE, ADATTAMENTO E VERSI ITALIANI DI FRANCO TRAVAGLIO Basato sul film della Touchstone Pictures scritto da J.F.Lawton presentato in accordo con Music Theatre International: www.mtishows.eu
Beatrice Baldaccini e Thomas Santu

Non è la prima volta che Altea si confronta con una grandi opere in veste di attrice e di regista, così gli abbiamo chiesto quali emozioni hanno lasciato il segno in questo nuovo percorso. “Quando ci si avvicina ad un cult il rischio di deludere il pubblico è sempre altissimo; ho lavorato in spettacoli come Frankenstein Junior o Flashdance, tratti da film che hanno un vero seguito di fan e appassionati che sanno persino le battute a memoria. Impersonare dei personaggi che abbiamo amato sullo schermo è sempre emozionante. In Pretty Woman non sono in scena, ma è stato uno dei film che da ragazza ho visto più volte, con i miei attori preferiti in assoluto; conoscevo ovviamente le battute, ogni scena, e nel montaggio dello spettacolo ho aiutato la regista, Carline Brouwer, a restare fedele quanto più possibile alle sequenze che i fan come me si aspettano di ritrovare a teatro: i movimenti, le intenzioni, le battute e la complicità dei due protagonisti. Mi sono emozionata spesso durante l’allestimento, soprattutto durante il famoso monologo di Vivian (Beatrice Baldaccini), quello che si conclude con “voglio la favola”. Inoltre nel cast ci sono i migliori performer italiani, che hanno dato ai singoli personaggi una verità e un’onestà che non emozionarsi è praticamente impossibile. Mettiamoci poi che uscivamo da una pandemia terribile, era la prima produzione a ripartire dopo due anni in cui è stato tutto fermo per il covid: eravamo tutti emozionati a prescindere!

Volendo fotografare i momento in cui viviamo e guardare al futuro con ottimismo abbiamo chiesto ad Altea Russo dove sta andando il Musical oggi?
Il musical era già un settore che arrancava prima della pandemia, ma almeno c’erano più produzioni durante l’anno e anche per i performer c’erano più possibilità di lavoro. Attualmente invece ci sono poche compagnie che possono permettersi di produrre uno spettacolo di alto livello. Basti pensare che le due più grandi produzioni di quest’anno sono entrambe di Stage Entertainment, Pretty Woman in tour e Sister Act, stabile al teatro nazionale Che Banca di Milano. Le altre produzioni, seppur di valore, arrancano, hanno poche date o non trovano sponsor che possano sostenere le spese di un tour o semplicemente di un allestimento.

È un periodo difficile – commenta Altea – ma gli italiani amano il musical e mi auguro che possa esserci una ripresa vera e propria anche nel nostro settore, certo è che andrebbe sostenuto di più, come già accade in altri paesi.

PRETTY WOMAN – LA STORIA
La giovane squillo Vivian Ward (Beatrice Baldaccini) incontra per caso il ricco e affascinante uomo d’affari Edward Lewis (Thomas Santu), arrivato a Beverly Hills per concludere un affare. Dopo una notte insieme, lui rimane colpito dalla simpatia e dalla bellezza di lei e la ingaggia per tutta la settimana come sua compagna offrendole 3000 dollari. L’amico e avvocato di Edward, Philip Stuckey (Andrea Verzicco), gli consiglia di portare con sé una ragazza a una cena d’affari per fare colpo con David Morse (Lorenzo Tognocchi – *20/21/22 ottobre intrepreterà Edward Lewis), capo della grossa compagnia marittima che Lewis vuole acquistare. Invita quindi Vivian e le lascia i soldi per comprarsi gli abiti adatti. Nonostante le difficoltà legate all’essere ingiustamente maltrattata da alcune commesse dei negozi di Rodeo Drive, Vivian trova l’aiuto del direttore dell’albergo, Mr. Thompson (Cristian Ruiz), che la manda nella sartoria di una sua amica e le insegna il comportamento da tenere a tavola nelle occasioni mondane.
Intanto la relazione tra Vivian ed Edward da normale rapporto d’affari diventa sempre più simile all’amore, di questo ne è testimone Kit (Giulia Fabbri), giovane prostituta e amica di Vivian. Vivian ed Edward si innamoreranno l’uno dell’altra sebbene provengano da mondi totalmente diversi.
*(possibili sostituzioni di ruolo)

TEAM CREATIVO
Regia Carline Brouwer
Regia Associata e direzione casting Chiara Noschese
Regia Residente Altea Russo
Coreografie Denise Holland Bethke
Supervisione musicale Simone Manfredini
Direzione Musicale Andrea Calandrini
Scene Carla Janssen Höfelt
Costumi Ivan Stefanutti
Disegno Fonico Armando Vertullo
Disegno Luci Francesco Vignati
Traduzione, adattamento e versi italiani Franco Travaglio. 

La tournée, distribuita da Savà Produzioni Creative per Vivo Concerti, partirà proprio dalla Capitale, per poi continuare a Montecatini (Teatro Verdi) venerdì 28 ottobre, a Bari (Teatro Team) venerdì 5 e sabato 6 novembre, Senigallia (Teatro La Fenice) venerdì 12 e sabato 13 novembre, Lugano (Teatro Lac) sabato 26 e domenica 27 novembre, Cassano Magnago (Teatro Auditorio) mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre, Bolzano (Teatro Comunale) mercoledì 6 dicembre, Varese (Teatro di Varese) venerdì 9 e sabato 10 dicembre 2022, Genova (Teatro Politeama) da giovedì 15 a sabato 17 dicembre, Torino (Teatro Colosseo) da giovedì 12 a sabato 14 gennaio, Udine (Teatro Giovanni da Udine) da martedì 17 gennaio a giovedì 19 gennaio, Firenze (Teatro Verdi) sabato 28 e domenica 29 gennaio, Vicenza (Teatro Comunale) giovedì 2 febbraio, Bergamo (Teatro Creberg) venerdì 10 e sabato 11 febbraio, Trieste (Teatro Rossetti) da venerdì 17 a domenica 19 febbraio, Assisi (Teatro Lyrick) mercoledì 22 febbraio.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here