torino debrecen

Il Torino torna in Europa dopo oltre 4 anni dall’ultima volta, dimostra sin dai primi minuti fame di vittoria.

Il Debrecen si chiude, vorrebbe sfruttare il contropiede, anche grazie a una condizione fisica sulla carta migliore. Il Torino copre bene il campo, con Baselli al centro a smistare palloni, Belotti che corre e sgomita su ogni pallone e Ansaldi fra i migliori in campo, che è imprendibile sulla sinistra.

La prima occasione a pochi minuti dall’inizio con Bremer,  ma non sfrutta il pallone messo in mezzo da Belotti.

Proprio Beloti si presenta in area su un lancio in verticale di Berenguer, il portiere del Debrecen lo atterra ed è rigore, dal dischetto il Belotti trasforma per 1 a 0.

I Granata, che allo stadio Moccagatta di Alessandria devono combattere con il caldo  e le zanzare che creano sciami da sembrare  vere e proprie nubi.

Il Debrecen crea solo due volte, su schema, pericoli per la porta granata, sia Kusnyr che Kinyik non sfruttano l’occasione della rete mancando la porta.

Preciso e fortunato Ansaldi, al 42′ viene lanciato sulla fascia sinistra, poi crossa, prendendo una zolla oltre al pallone, la sua conclusione sorprende Nagy e il Torino raddoppia.

Ripresa a ritmi bassi, il Torino controlla e il Debrecen che sembra quasi  arrendersi prematuramente.

Le prime emozioni arrivano dopo il 60° di gioco, una fuga di Tozser per Garba, che tira al volo di destro con la palla che però si spenge sul fondo.

Torino ci prova ancora, Berenguer colpisce anche un palo, sul finale entra Zaza, che in dieci minuti crea due occasioni, fa in tempo a farsi ammonire e a trovare il  3-0 con un gran colpo di testa  al 92′ su assist di Bremer.

Finisce con la una vittoria per 3 a 0, il Torino sembra già convincente  e ipoteca il passaggio del turno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here