MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Avrebbe avuto rapporti sessuali con un detenuto rinchiuso nel carcere di massima sicurezza. Lei lavorava come agente di custodia. Una relazione durata per mesi. Per questo una poliziotta britannica, la 40enne Stephanie Smithwhite, è finita a sua volta in carcere dopo una condanna a due anni di reclusione.

Gli episodi contestati alla donna risalgono a due anni fa e sarebbero avvenuti della prigione di massima sicurezza di Frankland, vicino Newcastle. Struttura che ospita alcuni dei criminali più pericolosi del paese. Secondo l’accusa, la donna avrebbe intrapreso una relazione durata più di sei mesi con Curtis ‘Cocky’ Warren, 56 anni. Una relazione che il detenuto avrebbe sfruttato per farsi mandare in carcere anche droga e cellulari per comunicare con l’esterno.

I rapporti sarebbero stati consumati in cucina, nella lavanderia della prigione ma anche nella stessa cella del detenuto. Per non farsi scoprire la 40enne si sarebbe creata appositamente un buco nei pantaloni. In Aula la poliziotta ha negato che il buco nei pantaloni dell’uniforme fosse per uno scopo sessuale, ma il giudice ha detto che era difficile immaginare per quale altro motivo poteva essere stato creato.

LEGGI ANCHE: Cerotto alla pancetta per smettere di mangiare

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here