Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Intervenuta ai nostri microfoni, Fabiola Bravi (USB) ha confermato che il servizio di Filippo Roma delle Iene

“Ha scoperto l’acqua calda” e continua “E’ ovvio che la mole dei rifiuti prodotti da Roma non può essere riciclata come si dovrebbe, quello che mi ha particolarmente infastidito è che come al solito vengono messi in mezzo dei lavoratori che non c’entrano nulla, rispondono a  direttive impartite dall’alto”

La terribile Iena, ha messo in campo il classico servizio in cui il colpevole di tutto è sempre l’ultima ruota del carro, ovvero i dipendenti ama del sito di stoccaggio di Campo Boario.

“Perché Filippo Roma non è andato a mettere il microfono sotto al naso dell’Amministratore delegato di AMA? Quando si fanno questi servizi si mettono in difficoltà dei lavoratori che non possono fare dichiarazioni perchè non competenti e quindi qualora le rilasciassero sarebbero passibili di denuncia da parte dell’azienda.

Ma la tendenza a demonizzare il dipendente delle partecipate non riguarda solo AMA

” Stiamo assistendo ad un attacco scientifico a tutte le aziende partecipate, ma sopratutto ai dipendenti. Ricordate il caso dell’autista del Bus che aveva caricato la moto sull’autobus? E’ stato reintegrato perché autorizzato dall’azienda (Privata). Oggi è stata la volta di AMA, la scorsa volta, invece è toccato a MULTISERVIZI dove i lavoratori vengono pagati 6 euro l’ora”

Perché tutto questo?

” Dopo l’approvazione della Legge Madia da parte del PD le aziende partecipate sono costrette ad avere un bilancio in pareggio, pena la privatizzazione, per le aziende in cui il comune è l’unico socio, se il comune non paga il bilancio va in rosso. Gettare fango sui dipendenti è l’unico modo per far accettare la privatizzazione dei servizi essenziali come l’acqua, la sanità o i rifiuti”.

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here