I circa trent’anni di moneta unica – dal processo di avvicinamento all’Euro fino all’adozione vera e propria del 2002 – sono coincisi con il crollo verticale dell’economia italiana, in relazione a paesi come Francia e Germania.
Dal potere d’acquisto alla domanda interna, fino ad arrivare alle ripetute recessioni e a un’austerità fiscale permanente.

Ascolta l’intervento integrale del giornalista Gilberto Trombetta, che ha tradotto per il portale “Voci dall’estero”  un interessante articolo sul tema dell’impatto dell’Euro sulla nostra economia.

 

 

potrebbe interessarti anche Diminuire il contante non abbatte l’evasione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here