Davide Buccioni

L’organizzatore più importante della boxe romana e nazionale che risponde al nome di Davide Buccioni è intervenuto nella puntata di ieri di Fatece caso sulle non frequenze di Non è la Radio e ci ha parlato di un grande evento che si terrà sabato 26 ottobre a Roma al RagusaOff, in via Tuscolana 179

La locandina dell’evento del 26 ottobre al RagusaOff

ASCOLTA IL PODCAST

Buonasera Davide e benvenuto su Fatece caso a Non è la Radio

Buonasera a voi e ai vostri ascoltatori

Noi abbiamo visto che sabato ci sarà questo grandissimo evento, al RagusaOff, in via Tuscolana 179, ci saranno degli incontri molto importanti, ce ne vuoi parlare?

Beh, uno su tutti, è il match clou, Michael Magnesi contro il ghanese Maxwell Awuku, noi in Italia diciamo sempre “beh i pugili americani, i pugili messicani”, noi qui in Italia abbiamo un atleta di soli 23 anni che sta scalando tutte le classifiche mondiali, è il numero 3 in europa, già campione d’Italia, già campione del Mediterraneo, già campione International WBC, il suo nome è Michale “Lupo Solitario” Magnesi e sabato sera combatterà col campione del Ghana e d’Africa che già ha lottato per il titolo mondiale. A dimostrazione che i pugili forti come quelli americani li abbiamo anche noi nella Capitale.

Sempre grazie a delle grandi scuole boxe che ci sono a Roma

Sicuramente il pugilato in Italia ma soprattutto nella Capitale, è cresciuto moltissimo, pensate che nel 2004 c’erano 44 società iscritte alla federazione pugilistica, ora ce ne sono 168.

Accidenti, è cresciuto in maniera esponenziale

Gli sport minori vengono trainati dal campione, quando scendeva Tomba eravamo tutti sciatori, quando c’era luna rossa, tutti velisti

Sono tanti anni che ti seguo e che ti conosco e ti considero il più grande organizzatore d’Italia, ce li hai tutti i pugili forti, è vero?

Diciamo che in questo momento Magnesi e anche un altro ragazzo che si chiama Mauro Forte, ma stanno crescendo 2-3 pugili romani molto molto bravi

Mattia Faraoni?

Mattia Faraoni “purtroppo” si divide tra il K1 e il pugilato ma io so del valore di questo ragazzo, proprio l’altro giorno mi ha detto che per lui esisterà solo il pugilato quindi ben venga Mattia Faraoni!

Lui tra l’altro nasce come karateka

Sì, lui nasce come uomo di botte, quello che viene viene, solo che ora dovrà prendere una decisione e speriamo che prenderà la decisione giusta.

E’ stato ospite da noi qualche settimana fa e ci ha detto che si dedicherà solo alla boxe con la collaborazione della BBT, la Buccioni Boxing Team

Per chi non ha mai visto la boxe da vicino, è ora di vederla da bordo-ring, dal vivo è tutta un’altra cosa, sensazioni, suoni, immagini che potete vivere solo stando vicino al ring. E’ una cosa che io supplico a tutti di venire a vedere la boxe

Anche Russo è un pugile molto interessante che combatterà il 26 ottobre

Russo è il fighter più fighter che abbiamo in questo momento, 6 match disputati, 5 match vinti tra la prima e la seconda ripresa, è un white Tyson, è un pugile super-medio con un fisico da culturista e la velocità da ginnasta

Il soprannome è dinamite, che dice tutto

Sì, Francesco “Dinamite” Russo, un ragazzo 26enne, anche per lui non sono le prime esperienze ma con pochi match è al numero 4 in Italia, grazie ai KO, avendo vinto sempre per KO è già al quarto posto

Come funzionano le federazioni di boxe?

In Italia ce ne è una, in Europa ce ne è una, nel mondo si dividono in 4 federazioni ma la più importante e la più seria è la WBC, che è quella dove vinsero i grandi pugili, il vero titolo è quello. Sono ben contento che stanno riprendendo la via di riunificare le 4 sigle

Ci chiedono da casa, perchè gli incontri di boxe sono così distanti nel tempo l’uno dall’altro?

Anni fa ce ne erano 2-3 l’anno, quest’anno con questo di ottobre siamo a 11, quindi quasi uno al mese

Forse allora è un problema di comunicazione, la stampa dà più peso alle partite di Lazio e Roma e magari poco peso al resto

Purtroppo lì si entra nel circuito business, non è più sport però il pugilato è il secondo sport più seguito a Roma

Addirittura il Buccilato (lapsus) è il secondo sport a Roma?

Sì, noi portiamo dalle 1.500/2000 alle 3000 persone agli incontri, sono numeri che faceva qualche volta la serie A di Basket, ai play-off. Vedo rugby, pallanuoto, pallavolo, 50-100 persone al massimo

Il rugby per club è veramente abbandonato

Qui ci sarebbe da fare un discorso lunghissimo su come Roma ha adottato lo sport, Roma oggi non ha un Palazzetto dello Sport, c’è una carenza di impianti che non potete immaginare, è una bruttissima realtà rispetto addirittura a Rieti, Latina o Viterbo. Quel poco sport che si fa a Roma, si fa sugli impianti costruiti dal Duce un secolo fa. Il palazzetto dello sport sta facendo la fine del Flaminio. Questa è la Roma dello Sport, all’estero mi metto le mani in testa

C’è anche un’altra cultura dello sport all’estero, dove i ragazzi vengono educati alla vita e allo sport

Ho portato un pugile tempo fa a Copenaghen e sono rimasto di stucco nel vedere le tribune che si costruivano da sole, con 5000 persone all’interno del palazzetto, parlando con loro, complimentandomi mi hanno detto “sì questo è bello ma non hai visto l’impianto da 11.000 persone”

E loro una volta erano i vichinghi

Sì ma questo non avviene solo nel Nord ma in tutta Europa, anche a Bilbao ho visto un Palazzetto stupendo, scusate lo sfogo

Il pugilato è uno sport nobile, un sport olimpico e uno sport non violento

Io non lo considero uno sport violento però lo considero uno sport a rischio, va fatto da professionista o da dilettante molto bravo, va preso con le molle perchè a differenza di una partita di calcetto tra amici ci si può far male, però è uno sport che ha levato tantissime persone dalla strada, spesso si parla di pugili violenti ma non si parla mai di quante persone questo sport ha tolto dalla strada

Torniamo all’evento, dove possiamo comprare i biglietti?

Su boxol.it, ma sono rimasti gli ultimi 100 biglietti

Questo vuol dire che state lavorando benissimo! Ti troviamo a te lì, sì?

Sarebbe come far giocare la Roma senza Fonseca

Oddio..

In questo momento forse ho detto una cavolata

Ti vogliamo strappare una promessa, quando ci sarà il prossimo evento a dicembre, se ci vieni a trovare in studio

Come no? Io facevo radio tanti anni fa ai tempi di Radio Flash e parlavamo di pugilato

Giovedì prossimo torneremo a parlare di Boxe con Giovanni De Carolis

Anche lui mio pugile, campione del mondo, dopo 22 anni abbiamo riportato un titolo mondiale a casa, lo abbiamo fatto andando a vincerlo in Germania

Io mi sbilancio, possiamo dire che la Boxe a Roma è Davide Buccioni?

No dai, sono contento di questo ma per me il pugilato è una droga, una passione, non ne posso fare a meno, mia moglie ogni tanto mi dice che sono pazzo, potrei occuparmi dei ristoranti, invece passo le notti a pensare ai match da organizzare

Pensa però che soddisfazione di portare tutta ‘sta gente nei palazzetti

E’ la cosa più bella, lo dico sempre, quando mi chiedono “quando ce ne è un’altra?”

Perchè poi sono eventi belli, lunghi e duraturi

Questa è una bella location, in un ex impianto industriale all’interno di un ex deposito dell’Atac, l’ho scelto proprio per dare una sensazione forte del pugilato

Noi ci vedremo il 26 ottobre, ore 20 al RagusaOff, in via Tuscolana 179, grazie mille Davide!

Grazie a voi!

GLI ALTRI MATCH

La serata prevede anche altri quattro incontri:

Nel sottoclou il peso mediomassimo Adriano Sperandio (11-1-0), combatterà contro Luca Spadaccini (4-0-3).

Francesco Russo (6-0-0), imbattuto supermedio dalle mani di pietra, incontrerà il georgiano Levan Ulikhaniani (6-9-0).

Fabio Mastromarino (7-1-1) sfida invece il peso medio Carlo De Novellis (7-2-1),

Il peso welter Pietro Rossetti (5-0-0) se la vedrà con Valerio Mazzulla (6-3-2)

Luca Angeletti (3-1-0) contro Mattia Di Tonto (2-0-0).

La riunione pugilistica ha inizio alle ore 20. La serata, in un contesto più unico che raro, promette spettacolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here